E Battaglini fa girare le pa… pure a Mentana

Dicono che sia ambizioso: ma in politica è una dote. E giurano che sia anche un rompiscatole: meglio così che timido. Ma che il suo limite vero sia quello di non prendere bene le misure. Così, si narra, il consigliere comunale di Patrica Samuel Battaglini si sarebbe reso protagonista di alcuni confronti a viso aperto con personaggi del calibro di Mario Abbruzzese (presidente della Commissione Riforme della Regione Lazio e già presidente del Consiglio Regionale) o Nicola Ottaviani (sindaco di Frosinone e aspirante a molto di più in prospettiva). Confronti alla pari: dando l’impressione di dimenticare il piccolo divario.

Sarà stato per lo stesso genere di distrazione che oggi la sua vena polemica ha incontrato sulla propria strada Enrico Mentana, già direttore del TG5, capace di mandare a quel paese Silvio Berlusconi, di sopravvivere nel deserto che gli era stato scavato intorno, fino a risorgere in La7.

Samuel Battaglini da Patrica oggi ha affrontato di petto anche Chicco mitraglia Mentana. Come se fosse un Mario Abbruzzese oppure un Nicola Ottaviani qualsiasi.

Su Twitter Samuel da Patrica gli ha scritto: «Mentana, lei istiga all’odio. Servo del potere, sfoga le sue frustrazioni attraverso post demenziali alla ricerca del ‘mi piace‘ facile Da una parte la capisco, se non esistesse la democrazia non potrebbe delirare pubblicamente»

Chicco Mentana, lo ha foglorato con una delle sue battute al vetriolo. Ha postato la foto in cui Samuel omaggia deferente Berlusconi ed ha commentato: «Io servo del sistema? Senta Che Guevara è lei questo in foto o un sosia?».

Mentana, dica la verità: quanto ce la paga una foto con Samuel Battaglini genuflesso dianzi a Mario Abbruzzese?