E’ la stampa, bellezza (i titoli di mercoledì 17 maggio 2017)

Posted on Posted in Edicola

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Alunni senza cibo né acqua
Cervaro. Per due giorni niente pasti nelle scuole, i vigili fanno la spesa. Tanti altri i“nodi”: tabelle non rispettate e frutta non fresca. Genitori e preside su tutte le furie, così il sindaco denuncia il consorzio appaltatore e affida il servizio a una nuova cooperativa

SINOSSI
Un’ordinanza d’urgenza per porre fine al servizio della refezione scolastica delle scuole del comune di Cervaro. Con una firma il sindaco D’Aliesio ha revocato l’incarico al consorzio appaltatore a causa dei pesanti disservizi, affidandolo l’incarico a una nuova cooperativa. Venerdì a fronte della mancata consegna di alcuni alimenti i vigili urbani sono andati a fare la spesa per far mangiare i bambini. «Nel plesso di Colletornese mancava il secondo, le posate e l’acqua per 21 alunni dell’Infanzia e 9 della Primaria». Nove lavoratrici della mensa non ricevono lo stipendio da novembre

 

Incastrato da Whatsapp

Pontecorvo. Rotondo richiama i suoi all’ordine e “minaccia” di lasciare tutto. Per errore viene inviato lo screenshot a un altro gruppo. E i cittadini leggono e commentano

 

Elezioni, richiamo ai sindaci

Inviato dalla Prefettura il regolamento per una campagna elettorale all’insegna della par condicio. Comunicati stampa solo in forma asettica. I sondaggi possono essere resi noti fino a 15 giorni prima della consultazione

 

Mastrangeli, figuraccia a 5 stelle

Il senatore eletto coi grillini ed espulso dal Movimento è penultimo per produttività. A Palazzo Madama
il parlamentare della città martire è praticamente un fantasma

 

Assunzioni, occhio all’indotto

Dopo la denuncia choc del vescovo di Melfi, a Cassino l’attenzione si concentra sulle fabbriche che lavorano per Fca. Tanti i commenti, la gente ironizza: «Se per il sito lucano bastano 5.000 euro, da noi invece ne servono quasi 10.000»

 

Marino intenzionato a non far riposare i giocatori a rischio squalifica

Calcio. Serie B. Per la gara di domani con la Pro Vercelli. Ariaudo, Maiello, Dionisi, Crivello, Mokulu e Daniel Ciofani potrebbero giocare nonostante siano tutti in diffida. Al Comunale una “Pro” con nulla da chiedere al suo campionato. Probabilmente Longo darà spazio a chi finora ha giocato meno partite

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Dario Facci)

La Selva rivive
Ambiente. Presentati ieri a Paliano gli investitori: “Gea Srl” di Frosinone. I tecnici della proprietà già attivi per realizzare il piano di intervento

SINOSSI
Ieri a Paliano il sindaco Alfieri ha presentato alla stampa gli acquirenti dei due lotti più significativi della Selva. Si tratta di un parco arcinoto poiché per lungo tempo ha attirato centinaia di migliaia di visitatori all’anno. Una notevole impresa turistica, dunque, di fondamentale importanza per tutto il comprensorio. Nella conferenza di ieri, la società frusinate “Gea Srl” ha descritto le sue intenzioni. Vuole far rivivere quello splendido parco e riattivare anche le aree destinate alle produzioni agricole.

 

Ecco l’emendamento sblocca fondi

Area di crisi complessa. Iniziativa parlamentare del Partito democratico. Ieri, alla Camera dei deputati, è stato ammesso l’emendamento alla ‘Manovra bis’, finalizzato a recuperare le risorse, già stanziate per la Cigs nelle aree di crisi, non utilizzabili però dalla Ciociaria.

 

Scalia e Pilozzi si schierano con Marino Fardelli

Verso le Regionali del 2018

 

Minaccia i passanti con chiave inglese, denunciato un uomo

Cassino.

 

Cinghiali, la vera invasione

Vertice a Roma Coldiretti raduna oltre 100 sindaci. Basket. Gli atleti di Porretta ottengono un risultato meritato. Cominensi ai play off Vincono a Fontenuova come da pronostico.

 

Matusa sold out contro il Pro Vercelli nell’ultima di campionato

Calcio. Serie B. Turnover in vista, Marino cambia la squadra
 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Violenza, bimbo salva la madre
A otto anni le insegna a registrare sul cellulare le botte e i soprusi del marito, a processo. Per le donne attivo uno sportello in Procura: assistenti sociali e psicologa per chiedere aiuto

SINOSSI
Ha salvato la madre dalle angherie del marito. Lui, otto anni, le ha insegnato a registrare sul cellulare quelle scene di violenza che si consumavano all’interno delle mura domestiche di un paesino limitrofo al capoluogo. La donna, una casalinga poco più che trentenne, ha trovato il coraggio e la forza di rompere il silenzio. Così ha preso per mano il suo figlioletto e, con quelle registrazioni nella memoria del telefonino del bimbo, ha varcato la soglia della Procura raccontando tutto al pubblico ministero Rita Caracuzzo.

 

Nuovo stadio, inizia il conto alla rovescia per la fine dei lavori

Tra poco più di un mese l’impianto dovrà essere pronto: via al rivestimento esterno delle gradinate. Ecco cosa c’è da fare

 

«Tumori, non c’è un’emergenza»

Pizzutelli dell’Asl: «Ci sono gravi criticità ambientali, ma per ora non hanno comportato un eccesso di neoplasie». Il responsabile del Dipartimento Prevenzione: «È invece legato all’inquinamento l’aumento di bronchiti e di casi di ipertensione»- Inquinamento: 5 Stelle e Cristofari contro il ministro

 

La Selva, si punta a riaprire una parte entro agosto

Dalla Famiglia Ruffo di Calabria alla società Gea Srl passando per il tribunale fallimentare di Frosinone:
la Selva di Paliano si appresta a vivere una nuova era. Chi si aspettava di sentir parlare di chissà quali
faraonici progetti di rilancio e di sviluppo del polmone verde palianese è rimasto deluso nell’ascoltare
le parole dei rappresentanti della società, la Gea Srl (da non confondere con l’azienda operante nei servizi ambientali), che ieri pomeriggio si sono presentati in una conferenza stampa.

 

Stirpe: «Avanti senza paura verso la A»

«Nulla è perduto, guardiamo avanti senza paura. Il Frosinone deve vincere con la Pro Vercelli e aspettare
i risultati delle altre». Così patron Stirpe alla viglia dell’ultima di campionato.

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

US Latina, si raccolgono le briciole
Calcio e fallimenti. Sul caso parla anche il vice presidente della Mens Sana Muscariello: «La nostra si è dimostrata una strategia giusta». I curatori provano a vendere la società per 50.000 euro. E una nuova cordata stringe i tempi per ripartire da zero

SINOSSI
Per tentare di salvare il titolo della defunta Us Latina Calcio i curatori fallimentari Loreti e Pietricola hanno fissato un ultimo esperimento di vendita. La base d’asta è di soli 50mila euro, dopo che la Mens Sana di Benedetto Mancini ha fatto saltare il banco non presentando il bonifico per completare l’acquisto entro l’11 maggio. Un ultimo, disperato tentativo per salvare il club nerazzurro dal baratro. Intanto la cordata del sindaco Coletta, composta dall’imprenditore romano Giulio Gravina e dai pontini Loggia e Braca, sta iniziando a lavorare per portare un titolo di Serie D in città. Domani primo incontro operativodopo cheieri siè discussodelle modalità per chiedere l’iscrizio – ne al campionato interregionale

 

Rogo, la visita del ministro

Beatrice Lorenzin ha raggiunto il deposito di rifiuti distrutto dalle fiamme. Rassicurati i cittadini di Pomezia: «Niente diossina nei centri abitati». Il caso al Senato

 

Tiberio, in coda per le parti civili

Prima udienza in Tribunale per Cusani e gli altri. Il pm ha dato parere favorevole per i domiciliari. Ammessi i Comuni di Sperlonga, Prossedi e Priverno, alcuni consiglieri chiedono il danno di immagine

 

Sequestrato l’approdo dei pescatori a Rio Martino

Il caso. Permesso temporaneo, avevano realizzato strutture abusive

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Volare, oh oh
Terrore ad alta quota La Raggi presenta la funivia tra le proteste. Mentre Roma annega nel degrado loro buttano tempo e soldi così

 

«Gaucci è molto malato». Tulliani a bocca asciutta/

Stop al processo.Si va verso la prescrizione

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Renzi intercettato. Un depistaggio nell’indagine farsa
La telefonata col padre finisce sul «Fatto». Una fuga di notizie che fa tutti contenti

 

Il piano-controlli sui Cara? Fermato da Alfano

Il progetto «Mireco» per impedire affari sull’accoglienza è pronto dal 2015. Il Viminale lo ha ignorato

 

 

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

Intercettazione distrutta dalla Procura prova che babbo Renzi sa molto su Consip
Una frase fa litigare il Pm di Napoli e Roma. Parlando con il suo avvocato di Luigi Marroni, il dirigente che lo accusa, il padre dell’ex premier in marzo lo definiva «ricattabile». Per i magistrati partenopei era la dimostrazione che voleva condizionare il testimone. Ma i colleghi hanno ordinato la cancellazione

 

Ong e profughi, il Pd insabbia l’inchiesta
Blanda censura per i tassisti del mare. Ma ormai gli italiani sanno che cosa sta succedendo

§