Il 118 resta a Frosinone: a Latina ci va solo il telefono

Nessun depotenziamento per il 118 in provincia di Frosinone. Lo ha garantito l'assessore regionale alla Sanità, nel corso di un confronto con il capogruppo Pd in Regione Lazio Mauro Buschini

Il 118 di Frosinone non andrà a Latina. Verrà spostato soltanto il telefono.

La rassicurazione arriva  dall’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato al termine di un intenso confronto con il capogruppo Dem in Regione Lazio Mauro Buschini.

Il timore era quello di un accorpamento delle sedi operative del 118. Con spostamento a Latina della sede di Frosinone.

«Il servizio, in Provincia di Frosinone, non sarà in alcun modo depotenziato» ha detto  Mauro Buschini. Per il quale è in corso una semplice riorganizzazione logistica.

Quella «semplice riorganizzazione» però prevede l’unificazione organizzativa delle centrali operative 118 competenti per i due territori.

«La semplifico ulteriormente – dice allora Mauro Buschinicambierà soltanto la sede dove si risponderà al telefono. Nessuna modifica nella sostanza: il personale e i mezzi a disposizione della Provincia di Frosinone rimarranno gli stessi e, anzi, si sta ragionando su come nel breve e medio periodo si potrà incrementare il parco mezzi per proseguire nel processo di miglioramento del servizio per i cittadini. Nessuna penalizzazione per il territorio ciociaro e, soprattutto, per il prezioso lavoro svolto dall’Ares».

Nel corso del confronto con l’assessore Alessio D’Amato sono emersi alcuni dati. Ad esempio che sono cresciute le prestazioni, migliorate le cure e i servizi, si sono ridotte le liste di attesa anche nella provincia di Frosinone.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright