A destra si accapigliano, a sinistra si annusano

Le scintille tra Lega e Fratelli d'Italia a Cassino. I segnali di raffreddamento della tensione tra l'area Fardelli e l'amministrazione Salera. Tutto nelle stesse ore

Alberto Simone

Il quarto potere logora chi lo ha dato per morto

Tutti contro tutti: il centrodestra di Cassino è ormai una maionese impazzita. Dirigenti di Partito contro Consiglieri comunali. Gli eletti in assise spaccati al loro interno: il “fronte D’Alessandro” da una parte e Benedetto Leone dall’altra. Lega contro Fratelli d’Italia. L’ultima invettiva è di Imma Altrui, responsabile Organizzazione della Lega a Cassino. La dirigente del Carroccio non ha mandato giù gli strali lanciati dalla portavoce cittadina di Fratelli d’Italia Angela Abbatecola contro il consigliere comunale della Lega Michelina Bevilacqua.

La consigliera della Lega era finita nel mirino di FdI dopo le dichiarazioni rilasciate ad Alessioporcu.it. Dove, nella sostanza dei fatti, diceva ad Abbatecola che “nella coalizione di centrodestra comanda chi ha i voti”. (Leggi qui Scontro a destra: «Comanda chi ha i voti»).

Imma Altrui

Angela Abbatecola ha affidato la sua replica a Ciociaria Oggi: “FdI non si fa insegnare la politica da una consigliera leghista che pensa di prendere in giro gli elettori”. Nello scontro “in rosa” si inserisce ora anche Imma Altrui che scava altri fossati tra i due Partiti e all’interno della coalizione di Centrodestra.

Argomenta Altrui: “Mi facciano capire i referenti locali di Fratelli d’Italia dove vogliono arrivare. Se intendono rompere una futura alleanza e mettere in crisi l’unione del centrodestra me lo dicano a chiare lettere”. Quindi la stoccata: “Consiglio a Fratelli d’Italia di guardare in casa propria prima di attaccare gratuitamente i componenti della Lega. Di problemi tra i fuoriusciti e i “virtuali” aderenti al Partito ne avete, le gatte da pelare non mancano in nessuna casa politica”.

I SEGNALI DALLA NUOVA PIAZZA

E così, mentre nel Centrodestra si scatena l’ennesima lite, il centrosinistra registra una serie di segnali politici durante la presentazione del restyling del centro urbano. È il progetto che partirà con la riqualificazione di piazza Diamare grazie ad un finanziamento di 429.000 euro ottenuto dalla Regione Lazio; proseguirà con un tratto di Corso della Repubblica e poi con piazza Labriola.

Enzo Salera

Il dato politico, intanto. Il primo: in piazza Labriola oltre a tutta la maggioranza era presente anche il consigliere comunale Luca Fardelli con Jole Falese e Nino Rossi. In pratica c’era la componente legata al consigliere ex Pd che alle scorse elezioni noin ha sostenuto Enzo Salera ma Giuseppe Golini Petrarcone. Il dialogo per ricucire è in corso da tempo. La presenza dell’Area Fardelli è un nuovo segnale di riapertura. (Leggi qui Luca Fardelli: “Le vie della politica sono infinite” e leggi anche Pd verso il congresso: senza Fardelli ma con Evangelista).

QUELLA SLIDE DI LUIGI

Il secondo dato politico: la serata in piazza Labriola si è aperta con una slide raffigurante un post pubblicato nei giorni scorsi dall’assessore Luigi Maccaro. Un post nel quale evidenzia come nel 2018 l’amministrazione di centrodestra guidata dal sindaco Carlo Maria D’Alessandro intendesse risolvere il problema dello spaccio recintando quello che era stato definito il “rettangolo dello sballo”. Mentre adesso è stato riqualificato ed è conosciuto come “la piazzetta dei murales”.

Il post di Danilo Grossi

Dopo mesi di gelo, i rapporti tra il sindaco Salera e l’assessore Maccaro sembrano tornare quindi a una nuova serenità.

A metterci il sigillo è l’assessore alla comunicazione Danilo Grossi. A margine della serata, realizza e pubblica una foto-ricordo con tutta la squadra. “C’è chi punta sulla paura e chi punta sulla bellezza. Noi – scrive – abbiamo scelto la bellezza.Perché la bellezza salverà il mondo. E tra qualche mese Cassino sarà bellissima”. Quindi la chiosa sulle orme di Piazza Grande di Nicola Zingaretti: “Da soli si va più veloci, ma insieme si va più lontano”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright