Abbruzzese si gioca tutto sul risultato di… Antonio Tajani

Il leader di Forza Italia sul territorio sa che le Europee rappresentano un bivio che può ribaltare la situazione. Perché negli “azzurri” in ogni caso gli spazi potrebbero essere maggiori rispetto a Lega e Fratelli d’Italia.

Più spazi nella Lega o più in Forza Italia? Maggiori possibilità di ottenere una candidatura eleggibile alle Europee, alle Politiche o alle Regionali? Nel Carroccio oppure negli “azzurri”?

La domanda ci sta tutta a livello provinciale. La Lega è il partito del momento: i sondaggi, i risultati in Abruzzo più che in Sardegna, le tantissime adesioni e tutto il resto. Forza Italia invece non ha più le percentuali di un tempo, ma l’ennesima discesa in campo di Silvio Berlusconi può riportarla in doppia cifra. E allora, quando si tratterà di definire le candidature alle politiche, più del peso reale servirà quello specifico.

E’ questo soprattutto il ragionamento in Forza Italia Anche dopo le dimissioni di massa che hanno fatto terminare l’esperienza di Carlo Maria D’Alessandro al Comune di Cassino. In settimana Tommaso Ciccone, fedelissimo della prima ora di Abbruzzese, verrà eletto coordinatore  provinciale del partito. Il presidente del Cosilam, vice responsabile nazionale degli enti locali di FI, sa che una cura dimagrante c’è stata, ma sa pure che adesso sindaci come Daniele Natalia e Alioska Baccarini forse hanno maggiori spazi di prima.

Mentre eventuali altre destinazioni (Fratelli d’Italia o Lega) non danno le stesse garanzie. In Fratelli d’Italia gli spazi sono tutti opzionati dall’area che fa riferimento al senatore Massimo Ruspandini. Mentre nella Lega perfino uno come Nicola Ottaviani dovrà guadagnarsi i galloni sul campo.

Mario Abbruzzese invece si gioca tutto sui voti di Antonio Tajani in provincia di Frosinone. Se saranno all’altezza delle aspettative, avrà ribaltato la situazione.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright