Il lavoro? Non interessa: solo in 15 per i 9 posti in AeA. Ecco i vincitori

Il posto di lavoro? Interessa più a nessuno. Le file per ottenere un buon posto da ingegnere, oppure da Amministrativo? Macché, roba del passato. Un incarico da elettricista o elettromeccanico? Nulla da fare. Al bando per assegnare 9 posti di lavoro si sono presentate una quindicina di persone in tutto. Nessuno viene da Cassino: segno evidente che la crisi è alle spalle, non ci sono più ingegneri a spasso, l’Università di Cassino li ha piazzati già tutti.

 

Lo si scopre nel giorno dei vincitori: quelli delle selezioni con cui reclutare il personale necessario al buon funzionamento della AeA arl, la società in house costituita dai consorzi industriali di Frosinone, Rieti e Cassino.

 

È la società privata (ma il capitale è interamente pubblico) alla quale i tre consorzi industriali hanno affidato la gestione e manutenzione dei loro depuratori industriali. In pratica il core business di Asi e Cosilam. Secondo alcune stime, la fonte dell’80% degli incassi.

 

La nascita della AeA aveva scatenato polemiche di carattere tecnico e politico. I contrari sostengono che in questo modo in Consorzi Industriali hanno abdicato, rinunciando alla loro storica attività principale, svuotandosi così di contenuti. Altro tema di polemica: se l’attività di depurazione produceva così tanto, perché privarsene e concentrare tutto in una società privata? La risposta dei promotori è sempre stata: per abbassare i costi, ottimizzare il servizio, ridurre il numero dei dipendenti in carico ai tre consorzi industriali.

 

Sarà, ma alla AeA il personale che era in servizio all’Asi di Frosinone, all’Asi di Rieti ed al Cosilam di Cassino non è risultato sufficiente. Ha dovuto bandire un Avviso di Selezione per il reclutamento di personale. Lo ha autorizzato il Consiglio di Amministrazione il 6 ottobre scorso.

 

Una selezione, per titoli ed esami, al fine di procedere all’assunzione a tempo pieno di:

2 responsabili di coordinamento delle attività operative di conduzione e manutenzione di impianti e reti fognarie e acquedottistica.

1 ingegnere addetto all’ufficio tecnico.

01 ingegnere addetto al controllo di qualità degli scarichi.

1 addetto al trattamento dei rifiuti ed attività di laboratorio.

2 elettricisti ed elettromeccanici .

1 addetto alla conduzione e manutenzione di impianti e reti fognarie e acquedottistiche.

1 amministrativo

Responsabile del procedimento è stato il signor Federico Ranalli, dipendente della società AeA

 

I titoli ora sono stati valutati. E gli esami hanno selezionato ulteriormente gli aspiranti. Non molti a dire il vero: un pugno di eroici che hanno sfidato la severità della commissione.

 

Di seguito, le graduatorie, rese pubbliche da poche ore.

 

Graduatoria finale di merito n°1 ingegnere addetto all’Ufficio Tecnico

1° Paliotta Domenico
2° Mastrogiacomo Luigi
3° Leone alessandro
4° De Nicola Vincenzo
5° Palmiero Massimiliano

 

Graduatoria finale di merito n°1 ingegnere Addetto al Controllo di Qualità degli Scarichi

1° Marco Baldaccini
2° Domenico Paliotta

 

Graduatoria finale di merito n°1 Addetto al Trattamento Rifiuti ed Attività di Laboratorio

1° Flavia Morbidelli
2° Alessia Lapucci
3° Alessio Gentile
4° Davide Cerroni

 

Graduatoria finale di merito per n°2 Elettricisti ed Elettromeccanici

1° Giuseppe Fabbri
2° Emiliano Cavallari

 

 

Graduatoria finale di merito n°1 addetto alla Manutenzione e Conduzione Impianti e Reti Fognarie e Acquedottistiche

1° Piergiorgio Pittiglio

 

Graduatoria finale di merito n°1 Amministrativo

1° Davide Cerroni
2° Antonio Aceto
3° Lory Di Vito
4° Marco Sanvito
5° Piergiorgio Pittiglio

 

Auguri ai neo vincitori.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright