Alfa Romeo, il boss a Cassino Studia i segreti di Giulia e Ecoliri

L'amministratore delegato Alfa Romeo ha visitato lo stabilimento Stellantis Cassino Plant. "Impressionante vedere la passione dei nostri team ” Poi visita da Ecoliri. Per un confronto sulle strategie di vendita

L’uomo che ha rianimato il leone francese ora si prepara a ripetere il miracolo con il biscione di Arese. Jean-Philippe Imparato è il manager Psa che ha rimesso in carreggiata i conti di Peugeot e soprattutto riportato le sue auto in strada. Carlos Tavares, il mago dell’Automotive mondiale a capo di Stellantis, gli ha affidato il compito di replicare l’impresa con Alfa Romeo. Non solo riequilibrare i numeri, non soltanto rimettere in giro Giulia e Stelvio: il big boss del colosso nato dalla fusione di Fca e Psa vuole che il biscione torni a ruggire, ad essere quell’icona di sportività ed elegnza che a lungo è stata.

E l’uomo dei miracoli si è messo all’opera: iniziando dal basso così come fece con Peugeot. È andato a bussare direttamente a chi le Alfa Romeo le vende. Tante. Tantissime. Monseur Imparato ha iniziato un tour mondiale con il quale chiedere ai principali venditori cosa pensino delle Alfa e cosa si debba fare per dare agli alfisti l’auto che desiderano.

Prima tappa Cassino

Jean Philippe Imparato durante la visita al plant Alfa Romeo

La prima tappa del tour mondiale è stata a Cassino. Jean-Philippe Imparato è arrivato in provincia di Frosinone mercoledì sera. Il tempo di dormire qualche ora e poi dopo il caffè ed il cornetto (pardon il croissant) si è presentato nello stabilimento Stellantis Cassino Plant. Ha replicato la visita fatta il mese scorso da Carlos Tavares con il presidente John Elkann. (Leggi qui Tavares ed Elkann 7 ore a Cassino: la sfida è Grecale).

Ha visitato le linee, esaminato i processi produttivi, verificato quello che le carte gli avevano già suggerito. Nessun commento, nessuna dichiarazione. nemmeno sulle frasi pronunciate dal Ceo Stellantis nei giorni scorsi in Piemonte: lì ha detto che in Italia produrre auto costa molto più che in Francia e Spagna, non tanto per il costo dei lavoratori.

Le sue impressioni le ha affidate a Twitter: “Ho visitato i nostri impianti di Cassino Plant e poi Pomigliano d’Arco. È così impressionante vedere la passione dei nostri team nel portare qualità e innovazione ai nostri clienti, presenti e futuri”.

I segnali per Alfa Romeo e Cassino

Davide Papa e Jean-Philippe Imparato

Già, “i nostri clienti”. Per capire dal basso cosa sogna l’alfista, l’AD è andato alla Eco Liri di Cassino. A fare gli onori di casa sono stati il presidente del gruppo Ecoliri Davide Papa ed il fratello Christian Papa amministratore delegato dell’azienda.

Ecoliri è stata la prima azienda della rete vendite nel mondo Alfa Romeo visitata da Imparato da quando è diventato responsabile del marchio. Il gruppo Eco Liri è tra i primi in Italia per volumi di vendite. Ma soprattutto è stato quello che durante le varie riunioni nazionali ha avanzato proposte strategiche, suggerito interventi che poi hanno trovato concreta applicazione nelle successive azioni.

Posso solo confermare – dice Davide Papa – che il presidente Jean-Philippe Imparato è stato da noi questa mattina, che siamo stati la prima azienda mondiale del ramo vendite Alfa Romeo ad avere visitato da quando ha assunto la responsabilità del marchio. E che ha avuto parole di apprezzamento per la nostra organizzazione commerciale. Per il resto, non abbiamo dichiarazioni”.

La visita è durata un’ora e mezza. E Imparatò ha parlato dei piani con cui intende rilanciare il marchio. Nessun dettaglio trapela. Ma già il fatto che si sia parlato di futuro è un segnale importante. Per il marchio e per il gruppo.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright