Contropiede Alfieri: «Il Pd ha bisogno di un Segretario» (di C. Trento)

L’affondo del reggente provinciale Dem: «In Ciociaria non può bastare la reggenza». «Sconfitta brutta pure in provincia, dobbiamo recuperare gli elettori». Accordi con M5S o centrodestra? No ai laboratori, il Pd è il centrosinistra

Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

«Il Partito Democratico ha bisogno di un segretario, anche e soprattutto in provincia di Frosinone». Domenico Alfieri, reggente della segreteria provinciale dei Democrat da quando Simone Costanzo si è dimesso per candidarsi alle regionali, non ha paura di dire che il “ re è nudo”. Come nella favola di Andersen.

Rileva Alfieri: «Il momento politico è delicato, la sconfitta alle politiche è stata durissima. Naturalmente aspettiamo tutti quelle che sono le decisioni nazionali, ma in provincia di Frosinone la situazione è ancora più particolare».

 

Nessuna indicazione

In effetti a livello nazionale ancora non si sa se il segretario verrà scelto dall’assemblea del Partito o se invece ci sarà un congresso. Pure a livello provinciale si potrebbe optare per una decisione in assemblea o per la celebrazione di un congresso. Al momento comunque nessuno parla di primarie, nell’uno o nell’ altro caso.

Argomenta Domenico Alfieri: «O attraverso l’ assemblea oppure tramite la celebrazione di un congresso, in provincia di Frosinone il Pd ha bisogno di un segretario pienamente operativo e legittimato. Sto svolgendo il ruolo, ma sono il primo a rendermi conto che c’è bisogno di un “passaggio”  diverso. La reggenza va bene per un periodo determinato. Anche perché occorre reagire in fretta alla sconfitta e prepararsi alle nuove sfide».

A cominciare dalle elezioni amministrative in quindici Comuni: Anagni, Amaseno, Aquino, Arpino, Atina, Boville Ernica, Ferentino, Filettino, Fiuggi, Pico, Pignataro Interamna, Serrone, Torrice, Villa Latina, Villa Santa Lucia.

 

I laboratori? Lasciamo stare

Rileva Alfieri: «Il nostro campo è e resta quello del centrosinistra. Lo dico in modo forte e chiaro perché non possono esserci equivoci sul punto. Se anche nelle province potrebbero esserci dei laboratori politici, per esempio, con i Cinque Stelle? Lasciamo stare certi scenari, i livelli sono differenti. Dobbiamo  Dobbiamo renderci conto che la “mission”  è quella di recuperare gli elettori, di tornare a farci votare da quello che è il nostro popolo. Ci hanno lanciato un messaggio forte e chiaro, non possiamo far finta di non averlo capito. Poi, oltre alle comunali, ci sono le provinciali. C’è bisogno di mettere in campo strategie precise, tornando in mezzo alla gente. Vorrei pure sottolineare che in questo momento più che mai bisogna dimostrare unità e superare la logica delle “correnti”. Abbiamo bisogno di farci capire chiaramente».

 

La corsa per la Segreteria

Domenico Alfieri è uno dei nomi più quotati per la segreteria provinciale. Da tempo ha una sintonia politica totale con l’ ex deputato Nazzareno Pilozzi ed è vicino all’area di Francesco Scalia. Però il sindaco di Paliano e consigliere provinciale ha da sempre un ottimo rapporto pure con Francesco De Angelis e Mauro Buschini. Potrebbe in effetti rappresentare una sintesi politica tra le diverse componenti. Ci sono però altre situazioni da considerare.

Alla segreteria provinciale potrebbe aspirare anche il sindaco di Patrica Lucio Fiordalisio, coordinatore della segreteria provinciale del partito.

Alle primarie per la segreteria nazionale dello scorso anno Fiordalisio si è schierato con l’area di Orlando, la stessa di Nicola Zingaretti. C’ è poi la componente di Francesco Scalia.

L’ ex senatore è stato chiarissimo: nel partito resterà come semplice militante. Il che vuol dire che si apre una fase di successione politica per quanto riguarda la leadership. Il favorito per assumere la guida è Antonio Pompeo, sindaco di Ferentino e presidente della Provincia. Ma l’ argomento non è ancora all’ ordine del giorno.

Sullo sfondo, oltre alle comunali, ci sono le provinciali (il mandato di Pompeo scade ad ottobre) ma pure il rinnovo della presidenza del Consorzio Asi. Francesco De Angelis è intenzionato a ripresentare la candidatura per il bis. Per il Partito Democratico gli esami non finiscono mai.

 

LEGGI TUTTO SU

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright