Quel Dio che non ha bisogno di oroscopi per essere capito (di P. Alviti)

Dall'antichità l'uomo ha interrogato gli astri per conoscere il suo futuro. Oroscopo e Parola si dice che non vadano d'accordo. Perché ora c'è un Dio che non ha bisogno di chi ne interpreti la volontà ma dice chiaramente ciò che vuole. Lo dice ad un uomo completamente libero. Anche di rifiutarlo

Pietro Alviti

Insegnante e Giornalista

Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi.

*

Abbiamo un disperato bisogno di conoscere che cosa accadrà nel futuro: forse è un modo per allentare le paure, per interiorizzarle, per conviverci.

Vorremmo sapere come andrà a finire, come se il nostro futuro fosse già scritto: è la ragione del successo di maghi, fattucchiere, oroscopi più o meno individualizzati, con tanto di ascendente e calcoli complicatissimi, come se nulla fosse cambiato dal tempo di Babilonesi ed Egizi.

Furono i primi infatti a calcolare l’influenza degli astri sulle nostre vite: ma pensavano che quegli astri fossero dei.

 

Certo, risulta abbastanza strano che nella nostra società tecnologica tanto successo abbiano ciarlatani che dicono di conoscere cosa ci attende nel futuro. E’ il retaggio delle grandi religioni dell’antichità, tutte tese a placare divinità crudeli, a vincere paure inenarrabili, ad avere a che fare con dei capricciosi, capaci di approfittare degli uomini per il loro divertimento.

 

Invece la grande novità della tradizione biblica sta proprio nella Parola: nel fatto che Dio parli, si riveli, non abbia bisogno di chi ne interpreti la volontà, dica chiaramente chi è, dialoghi liberamente con un uomo libero, capace di dirgli anche di no, di rifiutarlo: sì, proprio davanti a questa rivelazione rimaniamo liberi di decidere, di dire a Dio che non vogliamo avere niente a che fare con lui.

Sì, perché non siamo più schiavi di divinità e poteri terribili, ma siamo amici e gli amici sanno qual è la volontà di Dio. Non devono scoprirla con rituali magici e complicati, non devono ricorrere a indovini e oracoli: Dio stesso si rivela, Dio parla: niente più paure, soltanto scelta, libera scelta…

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright