Aria di elezioni, profumo di Amedeo: sbocciano le associazioni a Ferentino

Con questa sono due. Se l’intuizione è giusta, tra poco diventeranno tre. A Ferentino è nata una nuova associazione culturale: si chiama Ferentino Libera ed il suo motto è ‘idee, entusiasmo, impegno’. Nella città devota a Sant’Ambrogio, in un periodo preciso, l’impeto culturale si fa sempre più forte, la vocazione per il bene comune non riesce a contenersi e deve prendere forma di associazione. Ma anche un logo. Sotto il quale si riunisce, spontaneamente, il desiderio irrefrenabile di occuparsi delle biblioteche e delle strade, delle poesie e delle arti. Ma anche dei lampioni e dei cassonetti.

Il periodo in cui l’impeto associativo diventa incoercibile fino a prorompere, a Ferentino è nell’imminenza delle elezioni comunali.

Il Savonarola che infiamma gli animi, lo spirito che esorta ad impegnarsi per la città, in genere è sempre lo stesso. Chissà se c’è lui anche questa volta. Amedeo Mariani, ex potentissimo assessore comunale, eminenza poco grigia e molto griffata di tutte le amministrazioni cittadine negli ultimi vent’anni. Tranne l’attuale.

A cercare le impronte digitali, non si trovano sue tracce. Ma il profumo si sente. Al punto da lasciar pensare che Amedeo stia confezionando un servizietto memorabile per l’odiato amico sindaco Antonio Pompeo e più di lui al sodale senatore Francesco Scalia.

In Ferentino Libera ci sono tanti delusi fuoriusciti dal Pd. Ma anche tanti che ancora militano nel Partito. Il coordinatore Maria Lucia  Battisti  è stata già membro del comitato provinciale Pd, nel passato strettamente legata ai Giovani Turchi Francesco De Angelis, Mauro Buschini e Maria Spilabotte.  Il vice coordinatore è Lorenzo Bobbio iscritto al Pd .

Le danze per le prossime scadenze elettorali sono sono iniziate. Febbraio è dietro l’angolo e Ferentino ha dimostrato che può essere strategica. Nel voto per le Politiche (la città esprime il senatore Francesco Scalia, suo ex sindaco, attuale segretario della Commissione Industria al Senato). E pure nel voto per le Regionali (l’attuale sindaco Antonio Pompeo reclama una candidatura alla Regione, dove la sfida sarebbe proprio con l’assessore uscente Mauro Buschini). Alle scorse Primarie Pd, poche domeniche fa, c’è stata la prima ostentazione di muscoli, a distanza, tra Buschini e Pompeo. Vinta dal sindaco. Che dopo anni di silenzio era tornato a salutarsi con Amedeo Mariani.

Se l’intuizione è giusta, tra poco le associazioni saranno tre. Ed il sindaco – presidente della Provincia – aspirante deputato regionale, dovrà ripassarsi bene i conti.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright