Una struttura Delta nella maggioranza di Anagni?

Franco Ducato

Conte del Piglio (ma non) in Purezza

 

di Franco DUCATO
Conte del Piglio (ma non) in Purezza

 

 

Ad Anagni cominciano a tingersi di mistero anche le normali riunioni di maggioranza. Quelle istituzionali che, secondo il sindaco Fausto Bassetta, dovrebbero tenersi ogni settimana per far il punto della situazione alla presenza di tutte le anime della coalizione.

 

Invece qualcuno comincia a sospettare che ci sia una sorta di Struttura Delta. Una maggioranza ristretta, che si riunirebbe all’insaputa degli altri, per prendere, segretamente, le decisioni che contano. Un sospetto del tutto lecito, visto quello che è accaduto nelle ultime ore.

 

Dopo la riunione della scorsa settimana, che ha vissuto momenti piuttosto tesi per i toni alquanto alterati utilizzati, a quanto pare, da un consigliere nei confronti del primo cittadino, tutti si aspettavano che fosse fissata una nuova riunione. Solo che la convocazione ufficiale, a poche ore dalla (presunta) riunione, ancora non sembra esserci.

 

Soprattutto, in maggioranza non tutti sembrano avere accesso alle stesse informazioni. Ci sono consiglieri che sanno che la riunione c’è; altri che non ne sono informati; assessori che potrebbero dire qualcosa in più nel merito, ma che non rispondono al telefono dei consiglieri che chiedono dettagli.

 

E quindi a qualcuno il sospetto è venuto; “ma non è che ci stanno facendo fuori?”

 

L’idea, nemmeno troppo velata, è che al di là delle riunioni di facciata, le decisioni “vere” debbano essere prese al riparo da occhi ed orecchie indiscrete. Una sorta di minoranza nella maggioranza. Che deciderebbe le cose, per poi, eventualmente, portare tutto all’attenzione degli altri consiglieri, per una sorta di ratifica.

 

Illazioni, si dirà. Poi magari, martedì a poche come per magia l’assise verrà convocata. Intanto però, fino a qualche settimana fa tutto veniva stabilito molto prima, con tanto di ordine del giorno, per dare a tutti la possibilità di arrivare, se non preparati, almeno consapevoli.

 

Oggi tutto tace. E quindi i casi sono due. O le riunioni saltano, ed è un problema. O si tengono, ma non per tutti. Ed è un problema anche più serio.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright