Anagni, le trattative si spostano al tavolo provinciale: si tiene martedì

Sarà il tavolo Provinciale a prendere le decisioni strategiche sulle prossime elezioni Comunali di Anagni, Ferentino e Fiuggi. Zicchieri (Lega), Piacentini (Forza Italia) e Ruspandini (Fratelli d'Italia) si vedono martedì. Per evitare lacerazioni nei Comuni

Il candidato sindaco di Anagni si deciderà passando attraverso il tavolo provinciale del Centrodestra. Adriano Piacentini (Forza Italia) Francesco Zicchieri (Coordinatore Regionale della Lega) e Massimo Ruspandini (Fratelli d’Italia) si vedranno martedì: se a Roma a Montecitorio o Palazzo Madama, oppure a Frosinone lo decideranno nelle prossime ore. (E noi lo avevamo detto Stop alle candidature, il Centrodestra convoca il tavolo provinciale )

 

La conferma è arrivata in serata, al termine dell’incontro tra il coordinatore provinciale di Forza Italia (Piacentini) ed il coordinatore regionale della Lega (Zicchieri). Un incontro cordiale, nel quale è stata ribadita l’importanza di un asse solido del Centrodestra: non solo sullo scenario nazionale ma soprattutto nei territori.

 

 

IL PATTO PER LE COMUNALI

Le prossime elezioni Comunali sono state al centro del colloquio, durante il quale è stato sentito in conference call Massimo Ruspandini, impegnato a Roma.

Non ci devono essere spaccature nelle prossime elezioni Comunali, hanno convenuto i tre leader del Centrodestra. Hanno ribadito che i territori vanno rispettati nella loro autonomia decisionale. Ma che tutto deve avvenire all’interno di un quadro politico definito dai Partiti. Altrimenti il rischio è di ritrovarsi con spaccature e contrapposizioni che – è stato detto – non hanno senso né sarebbero giustificabili.

Fiuggi, Ferentino e Anagni sono state le città sulle quali si è concentrata l’attenzione. È stato ufficializzato che martedì ci sarà il vertice a tre dedicato alle strategie da adottare. Un tavolo che potrebbe essere a quattro, aggiungendo il coordinatore regionale di NcI Alfredo Pallone,  se nel frattempo si chiarirà la posizione di Noi con l’Italia che è rimasta orfana dell’Udc dopo le elezioni.

 

 

PRIMARIE O NO? PD O ON PD?

Dove c’è un progetto chiaro si procederà senza indugio. A Fiuggi c’è la possibilità di ufficializzare l’appoggio unitario ad Alioska Baccarini. Mentre su Ferentino ci sarà un approfondimento: puntare sull’esperienza dell’avvocato Franco Collalti oppure valorizzare la nuova generazione  e candidare un giovane?

Il modo in cui individuare il candidato sindaco di Anagni, se scendere in campo con un’alleanza di centrodestra oppure allargarla ad un’inedita coalizione con il Pd, primarie di coalizione oppure no: il tavolo sulla città dei Papi richiederà più tempo. Perché la disponibilità del Partito Democratico a rompere gli schemi tradizionali e partecipare alla scelta del candidato sindaco attraverso le primarie (impegnandosi ad appoggiare chiunque dovesse vincere) deve essere valutata. I voti Dem sono o non sono importanti per assicurare la stabilità al futuro governo di Anagni? E su quali basi andrebbe poi costruita l’alleanza?

Su questi temi martedì Adriano Piacentini, Francesco Zicchieri e Massimo Ruspandini vogliono arrivare ad una soluzione condivisa.

Perché dal vertice c’è un segnale che dovrà uscire: l’alleanza del centrodestra non è in discussione. Nemmeno nei Comuni.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright