Asl commissariata per il 2017: Macchitella resta. Nonostante i 72 anni

Alla fine lasceranno Luigi Macchitella alla guida della Asl di Frosinone. Il suo nome non è stato fatto durante la riunione della giunta regionale del Lazio che ha allungato fino al 31 dicembre prossimo il commissariamento dell’Azienda Sanitaria. Ma nessuno toccherà l’uomo voluto da Nicola Zingaretti per applicare le sue strategie sanitarie anche in Ciociaria, riuscendo allo stesso tempo a dialogare con i politici. Cosa che non era riuscita a Isabella Mastrobuono e per questo l’assemblea dei sindaci l’aveva bocciata.

La ex manager è stata il ‘fantasma’ che ha aleggiato su buona parte della riunione di Giunta. Nel corso della quale sono stati valutati i direttori generali Giuseppe Quintavalle (Asl Roma F – Civitavecchia), Ilde Coiro (Asl Roma2 ex Rm C), Marina Corradi (Asl Roma A).

Isabella Mastrobuono è stata oggetto di discussione per via della sentenza che nei giorni scorsi ha annullato la valutazione negativa. Quella per cui non le è stato rinnovato il contratto ed è stata mandata a casa. «Non aveva raggiunto il punteggio minimo per essere confermata» stabilì nei mesi scorsi la Regione. «I parametri presi in esame non erano corretti e sono stati valutati in modo errato» hanno stabilito in sostanza i giudici amministrativi. (leggi il precedente)

Con la proroga del commissariamento fino al termine dell’anno, la Giunta ha chiuso la porta ad ogni velleità di Isabelita di tornare in servizio. Sarebbe costretta ad impugnare al Tar anche questo nuovo atto. Con ulteriori mesi d’attesa.

A Frosinone molti aspettavano anche il nome del nuovo commissario. Ritenevano che per il dottor Macchitella non fosse più possibile alcun nuovo incarico: lo ha stabilito l’Autorità Anti Corruzione, esaminando casi analoghi in altre Asl; i Direttori generali non possono avere oltre settant’anni. E Macchitella ne ha 72. Tra gli addetti ai lavori era circolato anche il nome del dottor Giovanni Cirillo, ex dirigente sanitario responsabile del laboratorio analisi dell’ospedale di Cassino, in pensione, 66 anni di Arce. Ma è in quiescenza da due anni e per questo è inconferibile pure lui.

Cosa significa l’assenza del nome di un commissario per la Asl di Frosinone? Vuole dire che Luigi Macchitella resterà al suo posto, nonostante i 72 anni. Perché il divieto blocca il conferimento di nuovi incarichi a dirigenti ultra settantenni. Ma nel caso di Macchitella non c’è stato alcun nuovo incarico, bensì una proroga. E quella è legittima.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright