Asse tra Lega e Fratelli d’Italia per isolare gli azzurri di Abbruzzese e Ottaviani

Verso lo scontro tra Forza Italia da una parte e Lega con Fratelli d'Italia dall'altra. Anche in provincia di Frosinone. Già dalle prossime provinciali. Ecco perché.

Un asse tra Lega e Fratelli d’Italia per mettere all’angolo gli “azzurri” di Silvio Berlusconi.

Anche in Ciociaria, anzi forse soprattutto in Ciociaria. La prova del nove sarà rappresentata dalle elezioni Provinciali, se mai ci saranno però, visto che si parla sempre più insistentemente di proroga per i presidenti. Verrebbero nominati commissari, in attesa che il Parlamento riporti la situazione come era prima: elezione diretta e voto ai cittadini.

Ma siccome in Italia non esiste nulla di più duraturo del provvisorio, è possibile che alla fine si vada alle urne con il meccanismo del voto ponderato, attribuito a sindaci e consiglieri comunali secondo la grandezza del Comune di appartenenza.

 

Lega e Fratelli d’Italia potrebbero presentare un proprio candidato presidente, indipendentemente da quello che farà Forza Italia. Perché gli “azzurri” hanno la tentazione egemonica in tutte le loro maggiori rappresentanze: dal sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani al viceresponsabile nazionale degli enti locali Mario Abbruzzese.

 

La musica però è cambiata direttamente nelle urne e il senatore Massimo Ruspandini (Fratelli d’Italia) e il deputato Francesco Zicchieri (Lega) stanno facendo squadra su tutto.

 

Adesso poi la nomina di Antonio Tajani a vicepresidente nazionale del Partito avrà l’effetto di spingere ancora di più gli “azzurri” su posizioni centriste e moderate, in antitesi a quelle del Carroccio e del partito di Giorgia Meloni.

Nei Comuni la Lega sta procedendo sistematicamente alla costituzione di gruppi consiliari. A Frosinone Nicola Ottaviani ha bloccato, almeno per adesso, la formazione del gruppo del Carroccio. Intanto perché Domenico Fagiolo, plenipotenziario di Zicchieri sul territorio, sta “pescando” nella Lista Ottaviani, civica di riferimento del primo cittadino.

Ma Ottaviani teme che alla fine l’operazione del Carroccio possa rivelarsi “ostile” alla maggioranza.

Pure Adriano Piacentini, coordinatore provinciale di Forza Italia, ha alzato le antenne.

Sarà scontro tra Forza Italia da una parte e Lega con Fratelli d’Italia dall’altra.

 

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright