Assessore M5S: «Acea lavora per Roma: più rifiuti a San Vittore». No dei sindaci ciociari

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

Bisogna mandare più rifiuti romani nel termovalorizzatore di San Vittore del Lazio in quanto appartiene ad Acea che è una società del Comune di Roma e lavora per la città di Roma. E’ il concetto espresso dall’Assessore all’Ambiente della Capitale Paola Muraro.

L’assessore ha dichiarato testualmente, secondo quanto riferito dalle agenzie: «Acea deve prendere i rifiuti di Roma negli impianti di compostaggio e aumentando quello che tuttora prende l’inceneritore di San Vittore del Lazio. D’altronde è di una società a maggioranza del Comune di Roma e deve lavorare anche per i cittadini romani. È già stato chiesto ad Acea».

L’assessore all’Ambiente di Roma Paola Muraro lo ha detto a margine della riunione della Commissione Ambiente dell’assemblea capitolina.

Il primo no arriva dal sindaco di San Vittore del Lazio Nadia Bucci: «Apprendo questa notizia da Alessioporcu.it ed è molto grave, mi sarei aspettata che per cortesi istituzionale ci fosse stato almeno un contatto con il Campidoglio. Evidentemente ci considerano il loro immondezzaio. Ebbene se è così si sbagliano. Faccio i miei complimenti al Movimento 5 Stelle che sta mantenendo fede a quanto detto in campagna elettorale: se la sindaca di Roma Virginia raggi pensa che la soluzione del problema dei rifiuti nella Capitale passi per il peggioramento delle condizioni delle condizioni di vita a San Vittore del Lazio ed in tutto il resto del comprensorio si sbaglia di grosso».

No anche dal sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco che nelle settimane scorse ha varato la consulta dei sindaci per determinare insieme le politiche in materia di Ambiente nel sud della Provincia di Frosinone: «E’ l’ennesimo reiterato tentativo della Capitale e delle logiche romane di scaricare il problema dei rifiuti nella provincia di Frosinone, in evidente continuità sul profilo del profitto economico, visto che l’inceneritore di San Vittore è di Acea il cui maggiore azionista è il comune di Roma».

Un secco no all’annuncio fatto dall’assessore Muraro arriva dal consigliere regionale Mario Abbruzzese: «Il nostro territorio ha già dato tanto in termini di “accoglienza”, visto il triangolo maledetto composto dai siti di Colfelice, Roccasecca e proprio San Vittore del Lazio. siamo diventati, di fatto, la pattumiera della Regione Lazio e di certo non permetteremo che la situazione peggiori ulteriormente. Siamo pronti a fare le barricare pur di difendere il nostro territorio da un ulteriore “martirio” legato alla gestione dei rifiuti. I cittadini stanno pagando a caro prezzo, sulla loro salute, alcune scelte sbagliate che hanno messo al primo posto sempre l’interesse di pochi a scapito del bene della collettività».

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright