Perché ho messo la mia azienda a Milano (di A.Baldassarra – Ceo Seeweb)

Antonio Baldassarra

CEO & founder Seeweb

Ci stanno uccidendo lentamente: è vero. (leggi qui l’intervento del direttore Alessio Porcu In silenzio ci stanno uccidendo – Perché le aziende vanno via da qui) Ma non è una novità degli ultimi mesi; si tratta di un vero e proprio “trend” che dura ormai da anni senza che né nessuno si sia posto concretamente il problema, né nessuno abbia provato a fare qualcosa.

 

Oggi siamo nella periferia più apatica e degradata dell’impero (come si sarebbe detto nell’antichità). E come in tutte le periferie dell’impero, si bada a mantenere i privilegi, a sgomitare per conquistare un posto al sole più che per costruire il futuro del territorio e dei nostri figli.

 

La premessa. Seeweb nasce nel 1998: siamo stati tra i primi registranti di domini in Italia, i primi in assoluto nell’introdurre sul mercato italiano soluzioni cloud. Oggi siamo un Cloud Computing Provider presente in Italia con quattro data center di proprietà, a Milano e Frosinone. Forniamo servizi di alta qualità e unici quanto a tecnologia e scalabilità.

 

Il fatto. Nel 2006 aprii la filiale di Milano della nostra azienda che ha base storica a Frosinone. Feci degli investimenti anche importanti per quelle che erano le nostre possibilità rilevando una compagnia che era in concordato preventivo. Non ho mai avuto particolari problemi per autorizzazioni e altro, è bastato fare tutto secondo i regolamenti ottenendo risposte efficaci e veloci.

 

A fine 2008 venni contattato dalla Regione Lombardia, ufficio studi. Fui molto sorpreso e anche un po’ preoccupato pensando a qualche adempimento. Invece “loro” volevano sapere chi fossimo, cosa facessimo in Lombardia e come “potevano esserci utili”. La cosa mi colpì molto, loro mi invitarono a tenere una relazione presso il palazzo della Regione in una giornata di studio alla quale partecipavano una serie di nuove aziende da loro ritenute appartenete alla “nuova industrializzazione” da poco impiantate in regione e i dirigenti regionali.

 

Andai e discutemmo molto dell’andamento delle imprese, di cosa si aspettano dalle regioni, dalle istituzioni in genere. Fu molto utile ed interessante, mi sono ricordato che feci delle slide, una di queste è la foto allegata a questi pensieri. Scrissi “La regione Lombardia non è ostile alle imprese”.

Della regione Lazio, dal lontano 1998 non ho mai avuto notizie… Ma ti potrei parlare anche dell’ASI di Frosinone, solo che questo è un altro tema.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright