Ballottaggi, ecco le intese ma niente apparentamenti

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

Le ultimissime dal fronte in attesa dei ballottaggi.

QUI SORA / Ore 18.00 – Il sindaco uscente Ernesto Tersigni rivela che esiste un accordo tra il suo avversario Roberto De Donatis ed il dottor Augusto Vinciguerra, candidato sindaco che però non è arrivato al ballottaggio. Tersigni punta il dito contro l’intesa e dice «Ma è questo il rinnovamento che Vinciguerra voleva portare a Sora?». Tersigni annuncia poi che in caso di vittoria al ballottaggio rivoluzionerà la sua giunta: non faranno gli assessori gli uscenti Maria Paola D’Orazio, Agostino Di Pucchio, Andrea Petricca «Con grande senso di responsabilità hanno fatto un passo indietro». Gli assessori saranno persone nuove, professionisti che non hanno mai ricoperto prima questo e ci sarà una delega per le periferie.

 

QUI SORA / Ore 18.30 – Il dottor Augusto Vinciguerra, appena terminata la conferenza stampa di Tersigni, ha aspettato che i giornalisti arrivassero da lui per confermare che appoggerà al ballottaggio Roberto De Donatis «per la convergenza sui punti della Sanità, dell’Innovazione e del Lavoro». Non sarà un apparentamento.

 

QUI CASSINO / Rinviata all’ultimo momento la riunione, prevista per oggi, del gruppo che ha fatto riferimento all’ex sindaco Tullio Di Zazzo per decidere se annunciare il sostegno ufficiale ad uno dei due candidati sindaco tra Giuseppe Golini Petrarcone e Carlo Maria D’Alessandro. Con molta probabilità ci si vedrà domani: «Stiamo ancora mettendo a fuoco le idee per capire quale parte del nostro programma può essere realizzata e da chi» dice Di Zazzo.

 

QUI ALATRI / 18.30 – Si è conclusa la riunione del gruppo che al primo turno ha fatto riferimento ad Antonello Iannarilli per decidere quale sarà l’indirizzo di voto da adottare al ballottaggio. «Tenendo fede al nostro credo politico di Centrodestra – ha detto Iannarilli – e non riconoscendo a nessuno dei due candidati al ballottaggio le caratteristiche necessarie per far sì che cambi in maniera radicale il modo di amministrare Alatri, lascio la più ampia libertà di voto ai miei candidati e simpatizzanti». Come avevamo previsto.

 

QUI CASSINO / Ore 19:50 – Segnali di distensione nel centrosinistra. Sui profili Facebook di Simone Costanzo e Marino Fardelli appare una foto che li ritrae insieme. Costanzo è andato al comizio del candidato sindaco Giuseppe Golini Petrarcone lanciando un segnale di unità del centrosinistra dopo che al primo turno il Pd si era diviso tra il sindaco uscente ed il vice presidente del Cosilam Francesco Mosillo.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright