Barricate su Quota 100: Durigon inizia la “campagna del Lazio”

Foto: © Imagoeconomica Benvegnù Guaitoli

L’ex sottosegretario della Lega si scaglia contro il Governo per l’ipotesi di riforma delle pensioni. Matteo Salvini è al suo fianco. In realtà l’obiettivo finale è sferrare l’attacco decisivo per la presidenza della Regione Lazio, guidata dal segretario del Pd Nicola Zingaretti.

Claudio Durigon è stato il “padre” di Quota 100 come sottosegretario al ministero del lavoro. Adesso, oltre ad essere il coordinatore della Lega a Roma, è uno dei fedelissimi di Matteo Salvini e in futuro si candiderà alla presidenza della Regione Lazio.

Claudio Durigon Foto: © Imagoeconomica, Benvegnu’ Guaitoli

In queste ore il Carroccio sta alzando le barricate contro una riforma pensioni con Quota 102 o un ritorno alla Legge Fornero. Secondo quanto riporta Askanews Claudio Durigon ha detto:  “Mentre il governo giallo fucsia dà i numeri e studia quota 102 o 103 con l’innalzamento dell’età pensionistica per gli italiani, la Francia fa marcia indietro e passa da 64 a 62 anni. La Lega è pronta a fare le barricate per difendere il sacrosanto diritto, reintrodotto dalla Lega al governo cancellando la catastrofica legge Fornero, di andare in pensione. Quota 100 non è una forma assistenzialista, ma una misura di equità sociale che ha restituito il diritto a circa 200mila italiani di godere dei versamenti di una vita di lavoro, consentendo un importante ricambio generazionale che ha determinato 285mila posti di lavoro di nuovi occupati in un anno”.

E il Capitano Matteo Salvini, secondo quanto riporta Agenparl, ha dichiarato: “Se Conte, Di Maio e Renzi pensano davvero di portare in parlamento di nuovo la legge Fornero o comunque proporre l’innalzamento dell’età pensionabile sappiano che, come in Francia, faremo di tutto per bloccare questa iniziativa folle e scellerata”.

Nicola Zingaretti © Imagoeconomica, Sara Minelli

Dichiarazioni di guerra. Non limitate però esclusivamente alle polemiche di questi giorni. Il fatto è che il Partito Democratico di Nicola Zingaretti, dopo le regionali in Emilia Romagna (che pensa di vincere) intende aprire una seria verifica di governo. Andando a toccare punti caldissimi. Come i Decreti sicurezza varati a suo tempo dal Governo Conte-Salvini-Di Maio. Come Quota 100, anche questo provvedimento di Conte-Salvini-Di Maio.

Naturalmente la Lega si augura un risultato diverso in Emilia Romagna. Sulla base del quale provare a dare la spallata al Governo, aprendo la strada alle elezioni politiche e regionali nel Lazio. Matteo Salvini vuole mettere in difficoltà Nicola Zingaretti nella regione dove il il segretario del Pd è Governatore.

E l’uomo individuato per la presidenza è proprio Claudio Durigon. Mister Quota 100.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright