Borgomeo come l’acqua: te ne accorgi quando va via

Senza ricevuta di Ritorno. La raccomandata del direttore su un fatto del giorno. Nulla è dovuto: ce ne accorgiamo però quando le cose non le abbiamo più. Accade anche per i grandi investitori sul territorio

Quando si hanno le cose a portata di mano non si apprezzano. Ad esempio l’aria: ci accorgiamo che è inquinata quando diventa irrespirabile per colpa dello smog; l’acqua: abbiamo cominciato a capire quanto valesse solo dopo che hanno cominciato a farcela pagare.

Vale la stessa cosa per un papà quando muore eppure pensavi che fosse eterno. Ci rendiamo conto di quanto fosse importante la presenza di un figlio solo quando se n’è andato di casa.

Pensiamo che tutto sia eterno, tutto ci sia dovuto: è il nostro egoismo a farci pensare questo. La nostra superbia ci fa credere che possiamo fare tutto da soli.

Alla fine, scopriamo che niente ci è dovuto.

I Borgomeo, come l’acqua

Francesco Borgomeo ed il cantiere di Manhattan con prodotti Grestone

Oggi Francesco Borgomeo ha comprato lo stabilimento GKN Driveline di Firenze, risolvendo la principale vertenza di lavoro finora presente sul tavolo del Governo Draghi. 500 dipendenti tra diretti e indotto. (Leggi qui E dopo il latte ora pure i semiassi: Borgomeo salva Gkn Driveline).

Ieri aveva annunciato la richiesta di brevetto del polimero dal quale ricavare la plastica Green attraverso il latte ed i kiwi: la realizzerà a Cisterna di Latina. (Leggi qui Il nuovo miracolo di Borgomeo: plastica da kiwi e latte).

A Frosinone aveva avviato due stabilimenti: Saxa Gres e Grestone, salvando i posti della Marazzi Sud ad Anagni ed alla Ideal Standard di Roccasecca. Non è stato molto apprezzato: forse si è pensato che tutto fosse dovuto. È un fatto: ha iniziato ad investire da altre parti e ad attrarre investitori verso altre parti: GKN è un’operazione da circa 200milioni di euro.

Nulla è dovuto. Ce ne accorgiamo sempre dopo.

Senza Ricevuta di Ritorno

Post Scriptum (a proposito dei giorni scorsi)

Respingiamo al mittente le fantasiose interpretazioni e le letture distorte date, non si sa bene se per mancata conoscenza dei fondamentali o per innata malizia. Respingiamo soprattutto il tentativo di inquinare il clima del civile confronto nel rispetto dei ruoli. Se avessimo riserve sull’operato di qualsiasi Procura lo diremmo chiaramente e senza giri di parole: come abbiamo fatto nel passato. Ma non ne ricorrono le condizioni in questo caso, nonostante i maldestri tentativi e gli accostamenti suggestivi. Resta da capire se per mancanza dei fondamentali o sciocca malizia.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright