Botta e risposta a cena, Fabio vuole fare il vice perché…

Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

Una cena difficile da digerire (politicamente) per diversi assessori, quella che c’è stata qualche sera fa al termine della seduta di giunta in un ristorante del centro storico di Frosinone. Fabio Tagliaferri, nel ribadire la sua intenzione di voler partecipare alle primarie del centrodestra, è tornato sulla questione del vicesindaco, carica che non è stata più attribuita da Nicola Ottaviani.

Non sono mancati dei botta e risposta pepati tra Fabio Tagliaferri e Massimiliano Tagliaferri. A dimostrazione che all’interno dell’esecutivo alcune tensioni restano.

Fabio Tagliaferri è convinto che Nicola Ottaviani possa alla fine concorrere alla Camera e che quindi le primarie possano diventare una sorta di “investitura” per il prossimo vicesindaco e futuro candidato sindaco. A questo punto però è probabile che a partecipare siano anche altri assessori, a cominciare da Carlo Gagliardi.

Luigi Benedetti, capogruppo della Lista Ottaviani, dice: «Mi auguro che la quinta fase della rotazione venga effettuata il prima possibile, anche per evitare ulteriori fibrillazioni. Il candidato sindaco? Sarà Nicola Ottaviani, non ci sono dubbi. Penso che nel centrodestra ci sia bisogno di serenità. Ecco perché è importante che alcuni passaggi vengano individuati presto».

°
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright