Bravi e vincenti: il Frosinone pronto a calare il suo poker d’assi

Se arriverà anche Ravanelli, Grosso potrà contare su ben 4 giocatori reduci dalla promozione. Il centrale della Cremonese andrebbe a fare a compagnia a Lucioni, Mazzitelli e Sampirisi che hanno conquistato la Serie A con Lecce e Monza. Trasmetteranno al gruppo l’abitudine al successo oltre che qualità ed esperienza. Mercato: Manzari verso il Monopoli, Satariano vicino alla Virtus Verona, sondaggio per Calafiori, si lavora allo scambio Ciano-Insigne

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Se Guido Angelozzi tirerà fuori dal mazzo anche la carta-Ravanelli, il Frosinone avrà calato il poker. Un poker d’assi, 4 giocatori vincenti, reduci dalla promozione in Serie A. Stiamo parlando di Fabio Lucioni col Lecce, Luca Mazzitelli e Mario Sampirisi col Monza e Luca Ravanelli con la Cremonese.

Insomma il livello della squadra di Grosso è destinato ad alzarsi come esperienza, qualità e mentalità vincente fondamentale nello sport a prescindere dagli obiettivi. Ad esempio il tecnico giallazzurro potrebbe avere la possibilità di schierare 3 quarti della difesa con giocatori (Sampirisi, Lucioni e Ravanelli) che soltanto qualche mese fa hanno vinto il campionato.

E non sembra poco in un campionato che la critica continua a considerare una Serie A2.

La mentalità vincente

I giocatori del Frosinone sotto la Curva Nord dopo la vittoria col Brescia

Lucioni, Mazzitelli, Sampirisi ed eventualmente Ravanelli potranno trasmettere alla squadra l’abitudine a vincere che non è da tutti. L’esperienza di giocare per grandi obiettivi e raggiungerli. Il gruppo non potrà che aumentare la sua autostima e convinzione. La loro presenza nello spogliatoio sarà importante e non è un caso che Lucioni sia stato scelto come capitano e già sia diventato un leader. Riconosciuto dai compagni e dai tifosi che domenica lo hanno applaudito ad ogni palla giocata.

Fabio Grosso, tecnico del Frosinone

Giustamente Grosso e la società mantengono un profilo basso. Non alzano di un centimetro l’asticella. Il traguardo resta una salvezza tranquilla ma è chiaro che con l’arrivo di Mazzitelli, Sampirisi e forse di Ravanelli la rosa esce rinforzata parecchio. E ovviamente non si può impedire ai tifosi di sognare. Grosso in tal senso è stato chiaro dopo il match vinto col Brescia: “Voi siete bravissimi a cambiare obiettivi. Io so quello che dobbiamo fare, so che abbiamo bisogno di qualche ragazzo di esperienza per completarci – ha puntualizzato il tecnico – Le difficoltà ci sono e ci saranno. L’obiettivo è ben chiaro e se si analizzano bene le rose in maniera oggettiva si capisce che ci sono tante squadre costruite per una stagione di vertice. Questo non significa che noi non vogliam vincere le partite. Il nostro obiettivo è superare gli avversari ogni volta che andiamo in campo”.

Lucioni, il mago delle promozioni

Il capitano Fabio Lucioni

Il capitano giallazzurro è un autentico specialista. Un vincente di lungo corso con 5 promozioni di cui 3 in Serie A tra Benevento e Lecce. L’ultima la stagione scorsa con i salentini da capitano e leader. Una carriera luminosa con 44 presenze e 3 reti in Serie A, 189 (più 7 nei playoff) e 8 gol in B, 195 (1 nei playoff) e 13 marcature in C. La sua esperienza e mentalità si stanno già rivelando fondamentali nel Frosinone.

E già nel precampionato Lucioni ha tracciato la rotta. “Obiettivi non me ne pongo, credo che noi dobbiamo divertirci e far divertire – ha osservato – Se faremo questo, vorrà dire che avremo fatto un pezzo di strada nella stessa direzione. Dobbiamo ascoltare l’allenatore, remare tutti dalla stessa parte e cercare di toglierci delle soddisfazioni importanti perché questa è una piazza che merita dei risultati di un certo livello. Vincere ha tante componenti nelle quali quando ci metti impegno, dedizione e amore per questo sport già sei ad un punto importante”.

Mazzitelli e Sampirisi, la storia del Monza

Luca Mazzitelli

Sono stati tra i protagonisti della prima promozione in Serie A del Monza. Punti di forza della squadra di Stroppa, 2 top-player in B. Il centrocampista romano ha contribuito alla conquista della Serie A con 31 presenze (28 nella regular season e 3 nei playoff), 2 reti e ben 6 assist. Un rendimento sempre all’altezza della situazione. Mazzitelli, malgrado abbia 26 anni, ha una carriera già ricca con 49 gare (1 gol) in Serie A e 115 in B (15 reti) spalmate in diversi club come Roma, Brescia, Sassuolo, Entella, Genoa, Pisa e Monza.

Mario Sampirisi

Sampirisi, 29 anni, jolly della difesa, è stato protagonista e capitano della scalata del Monza dalla Lega Pro alla Serie A. Un giocatore che sa come si vince con 165 partite in Serie B con 5 reti e 81 in A (1 gol). La promozione porta anche la sua firma grazie alle 28 partite disputate (27 nella regular season e 1 nei playoff ) e 3 reti. Stroppa lo ha utilizzato sia in difesa che a centrocampo a conferma della duttilità del calciatore nato a Caltagirone. E lui ha sempre risposto presente.

Ravanelli, 2 promozioni ed una Supercoppa

Luca Ravanelli (con la maglia numero 6) nell’ultima partita giocata a Frosinone (Foto © Mario Salati)

Il difensore della Cremonese andrebbe a puntellare il pacchetto dei centrali composto da Lucioni, Szyminski e dai giovani Monterisi e Kalaj. Inoltre c’è sempre Sampirisi che può adattarsi. Ma la società sta cercando un giocatore di ruolo che possa dare maggiori garanzie. Ravanelli ha vinto 2 campionati (la Serie C col Padova ed appunto la B con la Cremonese), la Supercoppa di C ed il Torneo di Viareggio. A 25 anni è un bel palmares. Ex giovanili del Parma, passato poi al Sassuolo dopo il fallimento del club ducale, ha militato 2 stagioni al Padova e 3 alla Cremonese.

Difensore arcigno, ottimo marcatore e forte nel gioco aereo, nella passata stagione ha totalizzato 18 presenze fornendo un contributo importante per la promozione diretta degli uomini di Pecchia. Il Frosinone sta trattando con la Cremonese: Ravanelli è in uscita insieme ad altri elementi che non rientrano nei piani dei grigiorossi.

Le ultimissime di mercato

Giacomo Manzari

L’esterno d’attacco Manzari viaggia verso Monopoli mentre la punta maltese Satariano potrebbe finire alla Virtus Verona. Si continua a lavorare con il Benevento allo scambio Ciano-Insigne. E’ chiaro che l’accelerazione alla trattativa ci dovrebbe essere dopo la partita di domenica sera. Insomma un’operazione che potrebbe essere chiusa negli ultimi giorni di mercato. In entrata il Frosinone potrebbe completare il suo mercato con il prestito dalla Roma del terzino sinistro Calafiori. Contatti avviati.

Giorgio Gorgone, tecnico della Primavera

Infine un rinforzo per la Primavera che domenica alle 11 a Ferentino esordirà in casa contro il Lecce per cercare di bissare il successo contro il Milan. E’ approdato a titolo definitivo il centrale di centrocampo Manuele De Min, classe 2004, proveniente dal Montebelluna, formazione con la quale ha collezionato 13 presenze in Serie D. De Min ha fatto parte anche della rappresentativa di categoria allenata dal ciociaro Giuliano Giannichedda che ha preso parte al Torneo di Viareggio.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright