La foto dell’assessore senza cuore mentre lavora tra le macerie

La foto è stata scattata nei mesi scorsi. Dall’album di Mauro Buschini non era mai saltata fuori. E’ l’immagine che ritrae l’assessore regionale all’Ambiente con un caschetto di protezione bianco, tra le macerie nella zona rossa di Amatrice. Quella più martoriata dal terremoto di un anno fa.

 

Lo staff di Mauro Buschini tira fuori la foto, senza fare commenti. Nemmeno l’assessore vuole dire una parola. Basta quell’immagine.

 

È la risposta a Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice. In mattinata aveva detto a RadioUno aveva detto «Una sola cosa mi fa male, siamo in ritardo di almeno due mesi con le macerie. L’assessore all’Ambiente Mauro Buschini non si è mai visto. Non è mai venuto nella zona rossa del dolore. Evidentemente aveva altre priorità». (leggi qui)

 

Dopo pochi minuti, sulla bacheca Facebook dell’assessore appare la foto che lo ritrae tra le macerie. In piena zona rossa.

 

Scorrendo i dati dell’assessorato si legge che il 7 luglio è stata aggiudicata una gara per 400mila euro con cui finanziare la rimozione delle macerie private. Una seconda gara per un importo complessivo di 10 milioni ha avuto il parere dell’ Anac ed è in corso.

 

È la seconda fase dei lavori. La prima fase si è conclusa con la rimozione di circa 93mila tonnellate di macerie sulle aree pubbliche. Si è cominciato da lì perché è stato più facile avere l’autorizzazione, per le aree private è necessario trovare tutti i proprietari. Se sono morti, vanno individuati tutti gli eredi e farsi autorizzare da loro. In tutto, nella prima fase sono stati impiegati 5,4 milioni di euro.

 

Ma ad Amatrice non ci sono solo le macerie da rimuovere. Una altra gara completata dall’assessorato ha consentito di rimuovere circa 50 tonnellate di amianto. Ora le strade sono libere, compreso il centro abitato di Accumoli.

 

Senza comunicati, senza foto. Anche a rischio di sentirsi dire d’essere senza cuore.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright