Buschini, Fardelli, Pompeo: aria di campagna (elettorale) (di G.Magister)

C’è aria di campagna nel centrosinistra. Il profumo è quello della sfida elettorale per le prossime regionali.

 

Mauro Buschini continua a ricucire il rapporto con Nicola Zingaretti. Dopo la lunga passeggiata dei giorni scorsi (leggi qui) durante la quale il governatore ha simpaticamente definito l’assessore “il mio monezza“, i due oggi sono stati seduti l’uno affianco all’altro all’evento organizzato a Roma dall’Aiop. E’ l’influentissima associazione che riunisce gli ospedali privati, guidata con fermezza dalla presidente Jessica Faroni.  Il tema della serata era “Salute pubblica e privata, l’unione fa salute”. I presenti assicurano che il governatore ed il suo monnezza hanno commentato in maniera fitta, facendo anche qualche battuta. Il clima è di nuovo sereno.

 

Nello stesso momento, a Cassino un’altra coppia (politica) di fatto – il consigliere regionale  Marino Fardelli e l’ex sindaco Giuseppe Golini Petrarcone – andava in giro insieme. Hanno contattato alcuni dei grandi elettori, sia di Peppino che di Marino. A tutti hanno detto “Preparatevi che l’ora del voto è vicina“.

 

Un messaggio ad entrambi lo ha mandato Salvatore Fontana, membro dell’Assemblea Nazionale Pd (in quota Emiliano). In serata ha lanciato un invito a Petrarcone e Fardelli per un confronto politico, in vista del congresso cittadino di luglio. «Credo che sia un passaggio fondamentale da fare. Siamo stati alleati alle scorse elezioni comunali, nel nome di Petrarcone. Va chiarito se la vecchia alleanza è ancora valida. Incontriamoci e decidiamo se siamo ancora un gruppo o siamo separati».

Alle primarie per l’elezione del segretario nazionale Pd, Fardelli e Petrarcone hanno appoggiato il listone dei renziani. Nel quale  erano presenti anche i voti di Francesco Mosillo (il leader dell’altra componente Pd Cassinate). Fontana invece si è contato sul nome di Emiliano. Dopo quella votazione, sia dal fronte di Fardelli che da quello di Mosillo erano partiti segnali al presidente provinciale Pd Domenico Alfieri affinché sondasse la possibilità di un confronto.

Fontana, incontrando Petrarcone e Fardelli, vuole capire fino a che punto può ancora giocare la partita per la segreteria cittadina del Partito. Alla quale ha candidato Armando Russo.

 

Continua a ripassarsi i conti il presidente della Provincia Antonio Pompeo, assente alla cena con circa 200 persone alla quale lunedì sera ha partecipato Francesco Scalia. E durante la quale il senatore ha ribadito la candidatura di Fardelli per la Pisana (leggi qui). Pompeo sta continuando a pesare il consenso che gli arriva dai sindaci. E nel frattempo sta attento a non compiere passi falsi. Ad esempio, in giornata si è tenuto lontano da possibili polemiche con il presidente degli industriali del Cassinate Davide Papa (leggi qui). Ha lasciato che a rispondergli fosse il vice presidente della Provincia, Andrea Amata. Lui invece, nel frattempo ha firmato una nota insieme al consigliere indipendente ma di Alternativa Popolare Massimiliano Mignanelli, sui lavori pubblici avviati lungo la Strada Provinciale 76. Tra Presidente e assessore il feeling è sempre più concreto. Un’altra coppia (politica) di fatto?

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright