Candidati a 5 Stelle: Fontana capolista e non solo

I risultati delle Parlamentarie del M5S. Chi si candida alla Camera ed al Senato nel Lazio al Proporzionale. Nelle prossime ore Giuseppe Conte decide per gli Uninominali.

Andrea Apruzzese

Inter sidera versor

I candidati nell’Uninominale, quelli che sfideranno corpo a corpo gli avversari contendendosi il seggio anche per un solo voto in più, li deciderà domani il capo politico del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte. I candidati al Proporzionale, cioè le liste da dove si viene pescati in proporzione ai voti presi dal Partito, li hanno decisi i 50.014 iscritti al Movimento 5 Stelle che l’altro giorno hanno partecipato alle votazione on line sulla piattaforma SkyVote.

Fontana capolista e non solo

Gianluca Bono

Le indiscrezioni dicono che una candidatura all’Uninominale potrebbe prenderla la frusinate Ilaria Fontana: il sottosegretario uscente alla Transizione Ecologica è stata la più votata nel collegio che mette insieme le province del Lazio, l’unica a superare i mille voti. Ne ha ottenuti 1016.

Proprio per questo sarà lei la capolista nella circoscrizione Lazio 2, al collegio per la Camera dei Deputati che vede insieme le province di Frosinone e Latina. Dietro Ilaria Fontana ci sono il consigliere comunale di Latina Gianluca Bono (245 voti alle Parlamentarie del M5S) e Federica Lauretti (382 voti, seconda in assoluto ma messa nella terza posizione nella lista per Montecitorio perché bisogna rispettare l’alternanza donna – uomo). seguiti dal frusinate Aniello Prisco (202 voti). Maria Grazia Ciolfi (364) sarà invece capolista supplente.

Chi sono i candidati

Ilaria Fontana è una delle militanti della prima ora. Nella scorsa tornata elettorale si è presa il lusso di sorpassare l’ex presidente del Consiglio regionale del Lazio Mario Abbruzzese direttamente a casa sua, nel collegio di Cassino. Fedelissima di Giuseppe Conte, è al momento sottosegretario alla Transizione Ecologica.

Aniello Prisco

Gianluca Bono, attualmente consigliere comunale decaduto di Latina, un anno fa è stato candidato sindaco per il M5S ottenendo 2.069 preferenze e il 3,28%; al ballottaggio, si è apparentato con il sindaco progressista uscente Damiano Coletta, risultato eletto come primo cittadino; un’elezione che ha portato in Consiglio anche Bono.

In virtù degli accordi di ballottaggio, Bono è entrato nella maggioranza di Coletta ed ora il M5S ha il primo assessore comunale del capoluogo pontino nella sua storia: Adriana Calì, con delega all’Ambiente e alla Transizione ecologica

Federica Lauretti è funzionario presso il tribunale di Latina, addetta all’ufficio del processo. Era nella lista dei candidati al Consiglio comunale, a sostegno della candidatura a sindaco di Bono.

Aniello Prisco è una delle figure storiche del Movimento 5 Stelle di Frosinone, viene dal comparto Difesa dove è ufficiale.

Più articolato il percorso politico di Maria Grazia Ciolfi: eletta nel 2016 consigliere comunale di Latina nella lista di Lbc Latina Bene Comune, nel maggio del 2021, al volgere al termine della scorsa consiliatura, lascia il suo gruppo per entrare nel misto, avvicinandosi sempre più al M5S. Dopo alcuni mesi, la sua adesione, e la candidatura come consigliere comunale Cinquestelle: sarà la più votata della lista, con 203 preferenze, ma non sarà eletta.

I nomi al Senato

Stefano Patuanelli

Nel collegio plurinominale del Senato Lazio 2 (esteso sulle quattro province del Lazio esclusa Roma) il capolista è il ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli.

Alle sue spalle troviamo candidata Adriana Calì, già assessore di Damiano Coletta in questo primo stralcio di consiliatura al Comune di Latina. Dietro di lei c’è il viterbese Massimo Erbetti e poi la professoressa Marina Di Giacinto docente di Metodi matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie presso l’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale. 

Assenti di lusso

Mancano molti dei nomi più noti. Una diversa interpretazione del regolamento ha escluso dalla Parlamentarie il capogruppo del M5S in Regione Lazio Loreto Marcelli. Assenti anche due dei tre deputati ciociari uscenti: Luca Frusone (passato con Luigi Di Maio) ed Enrica Segneri che ha rinunciato al bis delusa dalle posizioni assunte dal MoVimento. (Leggi qui: I candidati del M5S, fuori Marcelli e dentro Fontana).

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright