Candidato del centrodestra? Angelisanti: “Fdi dirà la sua”

Anche il centrodestra inizia a prendere le misure al prossimo candidato sindaco da schierare contro il centrosinistra. La 'cantera' di FdI manda un segnale. E assicura che il Partito si farà sentire

Emiliano Papillo

Ipsa sua melior fama

Ferentino non è come Frosinone. Non abita qui lo scontro tra Lega e Fratelli d’Italia che sta determinando scintille tra il sindaco leghista Nicola Ottaviani ed il suo ex vice Fabio tagliaferri ora coordinatore cittadino FdI. Sarà forse merito del fatto che a Ferentino per tre anni il centrodestra non si è proprio riunito: sono stati necessari tempi lunghi per metabolizzare la sconfitta elettorale che nel 2018 ha portato al mandato bis per il sindaco Pd Antonio Pompeo.

Il dialogo si è riaperto nei giorni scorsi. Parallelo a quello avviato nel centrosinistra che ha iniziato a prepararsi per le prossime elezioni Comunali. Fratelli d’Italia è rappresentata in Aula dall’avvocato Franco Collalti; in questi tre anni ha ricostruito il suo vivaio, lo guida la studentessa universitaria Claudia Angelisanti.

*

Franco Collalti, Massimo Ruspandini e Claudia Angelisanti
Tre anni di silenzio prima di riunirvi: avete tempi un po’ lunghi per metabolizzare i risultati… 

La cena che si è tenuta nelle scorse settimane si è rivelata il primo passo per la costruzione di un nuovo programma condiviso e coeso con gli altri partiti del centrodestra. Un progetto che vede al centro Ferentino, con le sue potenzialità e peculiarità.”

Ferentino é una roccaforte del centrosinistra da ormai 20 anni. Perché non riuscite ad aprire una breccia?

Il centrosinistra ha trionfato negli ultimi anni perché è stato abile a cambiare la facciata mantenendo però la sostanza. Fatta da interessi molteplici che legano tra loro sempre le stesse persone. Siamo in presenza di un gruppo e di una coalizione molto radicata, unita non solo dalla politica. E quando queste relazioni, questi schemi, vanno avanti per così tanti anni diventa sempre più difficile riuscire a scardinarli. Ma non è impossibile. Noi ci riusciremo con molta buona volontà e perseveranza“.

Alle Comunali le forze civiche hanno un’importanza sempre maggiore: perché? 

Perché il vecchio sistema dei Partiti ha deluso i cittadini. Le liste civiche sono la dimostrazione della voglia deio cittadini di partecipare e allo stesso tempo della sfiducia nei confronti dei partiti tradizionali. Condividono la volontà di cambiare e risolvere problemi locali“.

Luca Zaccari
Un candidato sindaco a distanza di tre anni ha saltato la barricata ed è passato a sostenere la maggioranza. Ha sbagliato prima o adesso? 

Il centrodestra ha eletto due consiglieri comunali con la lista Collalti Sindaco: il consigliere Luca Zaccari e lo stesso candidato sindaco Franco Collalti. Successivamente si è unito il consigliere Maurizio Berretta che si era candidato con una lista civica. Ad oggi non intravedo altre sensibilità di centrodestra nè nell’attuale opposizione nè nell’attuale maggioranza, che sicuramente conta un nuovo gruppo “civico”. È lo stesso che sotto altra veste ricordiamo si candidò contro Pompeo nel 2018”.

Certa rimane una cosa in questi casi: la coerenza e l’onestà di determinati gruppi consiliari che da anni si trovano nei banchi dell’opposizione nel nostro Comune. Non hanno mai cambiato posti e mai sono scesi a compromessi. La coerenza è una qualità che sembra latente nella restante parte dell’assise comunale. Auspico che i cittadini sappiano riconoscerla e seguirla senza farsi abbindolare da belle parole e promesse effimere.”

Qual è la ricetta per vincere alle prossime Comunali a Ferentino? 

Deve partire da una buona base attraverso l’ideazione di un piano credibile e duraturo nel corso degli anni. Deve essere supportato dall’aiuto dei nostri concittadini nello scegliere il cambiamento. Bisogna avere la volontà di soppesare e mettere a confronto due modi di fare politica molto diversi“.

Siete disponibili a larghe intese? 

La risposta è un secco e irremovibile No. Non siamo disponibili ad intese larghe nè a livello nazionale nè a livello locale. Puntiamo piuttosto alla creazione di un modello nuovo e credibile ad una vera e propria rigenerazione politica.”

Piergianni Fiorletta
Si parla di una possibile candidatura dell’ex sindaco Dem Fiorletta. Ma proprio il Pd sta ponendo ostacoli…  

Il nostro intento è creare un’alternativa coerente  precisa e credibile con l’obiettivo di portare ai nostri concittadini una nuova visione politica. Fatta di semplicità e onestà. Pertanto non abbiamo intenzione di riprendere o rincorrere modelli del passato.”

Che giudizio ha dell’attuale quadro politico ferentinate? 

Se intende il mio rapporto con l’amministrazione Pompeo potrei utilizzare una citazione latina di Catullo: “Odi et amo”. Mi spiego: c’è un perfetto clima di collaborazione su molteplici aspetti ed iniziative. Dall’altra parte mi piace ricordare di tanto in tanto agli amministratori il mio ruolo ovvero il Presidente di un movimento giovanile di opposizione: molto spesso infatti mi trovo a segnalare alcune criticità legate alle periferie o a semplici problemi che affrontano quotidianamente i cittadini. Per me questo è il vero ruolo della politica mettersi a disposizione degli altri senza secondi fini“.

L’identikit del candidato sindaco ideale del centrodestra a Ferentino?

Sicuramente una persona “nuova” con la giusta esperienza, competente e capace. Una figura di riferimento auspicabilmente politica. Ma al momento è ancora troppo presto per affermare in maniera nitida un identikit. La questione cardine rimane identificare una persona che abbia realmente a cuore lo sviluppo di Ferentino, che governi in totale collaborazione con gli altri partiti di centrodestra e future realtà civiche”.

Sarà una decisone che prenderemo con gli altri Partiti di centrodestra, sarà una decisione condivisa è chiaro che Fratelli D’Italia farà sentire la propria voce in un clima di rispetto e collaborazione”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright