Cangemi ad Aurigemma: «Sei una merda. Poi ti spiego il perché»

Scontro tra il vice presidente del Consiglio regionale ed il capogruppo di Forza Italia: «Sei una merda. Poi ti spiego il perché». Tra Cangemi ed Aurigemma vecchie ruggini. Che avevano portato il primo a lasciare il Gruppo di Forza Italia

«Sei una merda. Poi ti spiego il perché»: il simpatico saluto mattutino viene attribuito al vice presidente del Consiglio Regionale del Lazio Giuseppe Cangemi. Lo ha rivolto nei corridoi della Regione Lazio al capogruppo regionale di Forza Italia Antonello Aurigemma.

Ad assistere al cortese saluto è stata una decina di persone. Che ha assistito anche al successivo alterco che si è acceso tra i due ex colleghi di Partito.

Vecchie ruggini

Giuseppe Cangemi è stato eletto in regione Lazio nelle file di Forza Italia. Ma ha lasciato il Gruppo dopo lo scontro interno per l’assegnazione delle presidenze di Commissione. Cangemi pretendeva che gli venisse data la presidenza della Commissione Sanità, minacciando altrimenti d’andare via.

Il capogruppo Antonello Aurigemma invece aveva puntato i piedi e fatto rispettare il principio in base al quale sceglie prima chi ha riportato più preferenze.

(leggi qui Terremoto in Forza Italia: Simeone e Cangemi lasciano dopo il caso Ciacciarelli e leggi anche qui Commissioni, ecco il quadro delle presidenze. Cangemi non rientra).

Antonello, la vittima

«Si tratta di una delle pagine più brutte del Consiglio Regionale – ha commentato Antonello Aurigemma interpellato dai colleghi dell’Agenzia Dire Posso pensarla differentemente da te, ma non vado a minacciare o insultare, si sta perdendo il rispetto istituzionale. E ‘questo’ dovrebbe rappresentare la vicepresidenza dell’Aula…“.

Aurigemma ha ipotizzato che dietro l’attacco verbale di Cangemi ci sia la vicenda del cosiddetto patto d’aula proposto da Mauro Buschini. Un patto che ha portato Giuseppe Cangemi ed Enrico Cavallari a sostenere la maggioranza, il primo è stato eletto vicepresidente del Consiglio dopo la decadenza di Adriano Palozzi. (leggi qui Regione, Palozzi sospeso: al suo posto entra Angelilli. E Cangemi vice presidente e leggi anche L’anatra zoppa non c’è più: in aula vota la nuova maggioranza in Regione)

Uno scenario smentito però da Cangemi, interpellato dall’agenzia Dire, che nel contempo ha confermato le parole dette ad Aurigemma.