Canta Napoli, il club azzurro lancia l’assalto a Gatti

Il giovane difensore, pilastro del Frosinone di Grosso, è finito nel mirino della società partenopea che però dovrà battere la concorrenza di Atalanta e Juventus. Ma il giocatore è stato visionato anche da osservatori e intermediari di club inglesi e tedeschi. Sirene di mercato pure per il centrocampista Boloca che piace al Sassuolo.

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Gatti futuro Koulibaly? Niente paragoni che nel calcio lasciano il tempo che trovano e spesso sono azzardati. Ma solo la possibilità che il giovane difensore del Frosinone ripercorra le orme del forte centrale senegalese. Il Napoli, capolista della Serie A insieme al Milan, sta seguendo con grande attenzione il giocatore piemontese, una delle più belle sorprese del campionato di Serie B.

Il club partenopeo è interessato all’acquisto di Gatti ed avrebbe già mosso i primi passi. Tuttavia dovrà superare la concorrenza di altre società come la Juventus e l’Atalanta che lo stanno monitorando come ha rivelato Sportitalia.

E non è tutto: il giocatore è stato visionato anche da osservatori ed intermediari di squadre inglesi e tedesche. E’ già mercato nel Frosinone quindi se si considera che anche il centrocampista Boloca è finito in vetrina: il Sassuolo lo avrebbe messa nella lista della spesa.

L’EXPLOIT

Gatti nella sfida contro il Brescia

Federico Gatti, 23 anni, è arrivato quest’estate al Frosinone dalla Pro Patria. Storia particolare quella del difensore nato a Rivoli: tanta gavetta nei dilettanti, un lavoro da operaio fino all’esordio tra i professionisti solo un anno fa a Busto Arsizio. (Leggi qui Frosinone, la favola di Gatti: “Ero muratore, ora gioco in Serie B”).

A Frosinone è stato voluto fortemente dal direttore Guido Angelozzi. Il tecnico Fabio Grosso ha puntato subito su Federico che ha ripagato la fiducia con grandissime prestazioni. Finora ha saltato solo la gara col Crotone perché squalificato. Per il resto 11 presenze ed 1 gol. Il difensore è diventato un pilastro della squadra giallazzurra, quinta a 3 punti dalla vetta. (Leggi qui Gatti sogna ad occhi aperti: “Ma il Frosinone non è punto d’arrivo”).

Inevitabili le sirene del mercato. Gatti ha un contratto fino al 2025 e la società canarina difficilmente se ne priverà nella finestra invernale. Il Napoli è scattato, l’Atalanta e la Juve pure. E bisognerà valutare il mercato estero. C’è da ricordare che la società bianconera quest’estate avrebbe voluto Gatti per l’Under 23, Ed invece il giocatore ha preferito il  Frosinone. Lo scenario ora è cambiato. La società ciociara cercherà ovviamente di monetizzare.

Quanto vale Gatti? E’ partito da una valutazione molto bassa (175 mila euro secondo transfermarkt.it) ma oggi il suo prezzo si è moltiplicato. Difficile fare cifre precise ma una base di partenza potrebbe aggirarsi intorno ai 5 milioni di euro. E’ chiaro che bisognerà aspettare l’evoluzione del campionato del difensore giallazzurro.

GLI ALTRI GIOIELLI

Foto: Mario Salati

Daniel Boloca, 22 anni, centrocampista di qualità e quantità, è un’altra scoperta di Angelozzi che lo ha scovato tra i dilettanti del Fossano in Piemonte. Lo aveva bloccato per lo Spezia ma poi a novembre scorso è approdato in giallazzurro con un contratto fino al 2023.

La stagione passata è stata di ambientamento. In questo campionato invece è partito subito titolare ed di partita in partita si è imposto. Tanto che Grosso finora non ci ha mai rinunciato. Dodici gare ed 1 assist. Sabato a Benevento è uscito anzitempo ma per infortunio. Anche per lui non mancano le offerte. Come detto ci sarebbe il Sassuolo che potrebbe spuntarla forte anche dei rapporti con Angelozzi, ex responsabile dell’area tecnica degli emiliani. Ma ci sono pure altre società di Serie A e straniere.

Se Gatti e Boloca sono già finiti in vetrina, altri giallazzurri potrebbero seguirli. Uno di questi è Karlo Lulic, autore della doppietta a Benevento, centrocampista sul quale Grosso e la società sono pronti a scommettere. Senza contare gli altri giovani che per adesso non hanno trovato spazio ma chissà in futuro.

Il Frosinone dunque potrebbe iniziare a concretizzare uno dei punti cardine del progetto triennale lanciato quest’estate dalla società, ovvero il trading di calciatori: scoprire giocatori, valorizzarli e cederli per fare cassa.   

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright