Candidato sindaco Pd, primarie Petrarcone – Grieco

Se il sindaco di Cassino si dimetterà il Pd non ripeterà l'errore di dividersi sulla candidatura. Intesa De Angelis - Fardelli: si terranno le Primarie. Sarah Grieco e Giuseppe Golini Petrarcone i due candidati. Più gli altri che vorranno lanciare la sfida.

Carlo Alberto Guderian

già corrispondente a Mosca e Berlino Est

La lezione è servita. Il Partito Democratico non ha intenzione di scannarsi sulla prossima candidatura a sindaco di Cassino. Non vuole ripetere l’esperienza di tre anni fa: quella volta si divise tra l’appoggio al sindaco uscente Giuseppe Golini Petrarcone e l’imprenditore Francesco Mosillo. Con la conseguenza di consegnare la città al centrodestra di Carlo Maria D’Alessandro.

Nelle prossime ore il sindaco deciderà se dimettersi oppure farsi sfiduciare in Aula: al momento la sua maggioranza è ridotta a 9 voti su 25, sono al lumicino i margini per ricostruire il dialogo con i 4 dissidenti che riporterebbero sul 13 – 12 i rapporti di forza in Consiglio. (leggi qui L’inutile telefonata con cui fingere di fermare la caduta dell’amministrazione).

Nelle Segreterie ci si prepara a tornare alle urne. E il Pd non ha intenzione di dividersi. Lo hanno detto a chiare lettere il Segretario cittadino del Pd di Cassino Marino Fardelli ed il leader della componente maggioritaria Francesco De Angelis nel lungo confronto avvenuto l’altro giorno. E che ha preceduto il passaggio di Fardelli proprio nelle file di Pensare Democratico. (leggi qui Fardelli passa con Francesco De Angelis: il Pd ora è tutto un Pensare Democratico).

In che modo evitare lacerazioni? Lo Statuto prevede di ricorrere alle Primarie. Perché non vennero convocate nel 2016? La volta scorsa non ci fu la volontà di arrivare ad una candidatura unitaria: né da un fronte né dall’altro. Ora è un altra storia.

I candidati sono due. E se altri vorranno, potranno scendere in campo. I due nomi certi per ora sono quelli dell’avvocato Sarah Grieco (consigliere comunale uscente, vicina all’area Mosillo e di Francesco De Angelis) e dell’avvocato Giuseppe Golini Petrarcone (sindaco per due mandati in due periodi diversi). È il dato di partenza sul quale sia il Segretario di Cassino che il leader provinciale non hanno avuto dubbi.

C’è la possibilità di un ticket tra i due? Al momento non se n’è parlato. ma è tra le ipotesi. E Fardelli rinuncia ad ogni velleità? A Francesco De Angelis ha dato «la non disponibilità alla candidatura», rientrerebbe in gioco solo nell’eventualità di uno stallo ed il suo fosse l’unico nome sul quale realizzare una convergenza. Stragie? No, Marino Fardelli in questo momento punta a riportare un rappresentante di Cassino a Montecitorio: la prossima volta vuole giocarsi la partita, contro Ilaria Fontana (il deputato uscente, eletto nel collegio di Cassino dal M5S) e chiunque altro dovesse essere della partita.

Dagli errori, spesso si impara.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright