Cassino risponde ad Alfieri: Sarah Grieco come Segretario Provinciale Pd

Marino Fardelli irrompe nel dibattito del Pd provinciale. E rompe le uova nel paniere al Reggente Domenico Alfieri. Reclama la candidatura a Segretario per un esponente del suo Circolo. Il nome non dichiarato è quello di Sarah Grieco

Il Partito Democratico di Cassino rivendica la candidatura a Segretario Provinciale Dem per uno dei suoi iscritti.

A mettere la caparra sulla Segreteria provinciale è stato in mattinata il segretario del circolo Pd di Cassino Marino Fardelli. Lo ha fatto rispondendo in modo ufficiale al ‘reggente’ Domenico Alfieri ed alle sue sollecitazioni pubblicate su Ciociaria Oggi da Corrado Trento (leggi qui Contropiede Alfieri: «Il Pd ha bisogno di un Segretario»)

Alfieri oggi sollecitava la designazione di un Segretario politico provinciale con pieni poteri e con un mandato preciso. Per poter dettare in modo efficace i tempi dell’azione politica Dem sui territori. A partire dalle prossime comunali.

Marino Fardelli gli risponde.

Oggi sulla stampa Alfieri dice che occorre un segretario Pd “vero” e non “reggente”. Il Cassinate si candida a svolgere un ruolo nella segreteria provinciale. Da Cassino il direttivo della scorsa settimana ha ribadito proprio questo: Cassino protagonista nel vita politica provinciale del Pd.

Il nome sul quale il Pd di Cassino punterà sarà quello dell’avvocato Sarah Grieco, consigliere comunale in città e dirigente provinciale del Partito.

Non sarà una candidatura di bandiera, fatta tanto per ricordare a Frosinone che esiste anche il sud della Provincia. L’indicazione dell’avvocato Grieco rientra nella complicata fase di riassetto del Partito Democratico provinciale dopo la sconfitta registrata nelle elezioni del 4 marzo. Che ha portato alla decisione del senatore Francesco Scalia di ritirarsi dalla politica attiva, lasciando la sua componente che di fatto è stata per vent’anni il contraltare dell’anima ‘socialista’ guidata da Francesco De Angelis.

Un’operazione di riassetto nella quale si sono tuffati subito proprio l’ex eurodeputato Francesco De Angelis ma anche Antonio Pompeo (presidente della Provincia, sindaco di Ferentino ed erede naturale di Scalia) per tenere unita la componente ex Scalia. E Marino Fardelli (alleato con Scalia) intenzionato a ricostruire il polo Cassinate del Partito.

Il primo passo di Fardelli è stato l’avvio della pacificazione su Cassino, dove il Pd si era diviso alle scorse elezioni Comunali, spaccandosi su due candidati e consegnando così la città al Centrodestra di Carlo Maria D’Alessandro. Il ritiro del ricorso avanzato dalla componente Emiliano (guidata in provincia dal componente dell’Assemblea Nazionale Pd Salvatore Fontana) contro l’elezione di Fardelli a Segretario della Sezione va in questa direzione. Ed è un primo risultato. Il secondo lavoro di ricucitura è l’annuncio del gruppo unitario Pd in Consiglio Comunale a Cassino, sul quale si è arrivati ai dettagli.

Il terzo, sarà porre con forza il peso del Cassinate sugli equilibri provinciali. Puntando sul ruolo di equilibrio tra le varie sensibilità interne: quella del Nord rappresentata dall’attuale Reggente Domenico Alfieri e dall’ex deputato Nazzareno Pilozzi.  Quella che fa riferimento agli Orlandiani i quali reclamano un’investitura per l’attuale reggente della segreteria Lucio Fiordalisio. Quella più cattolico – popolare che ora è riunita intorno ad Antonio Pompeo. E soprattutto quella maggioritaria: Pensare Democratico di Francesco De Angelis e Mauro Buschini.

Il nome di Sarah Grieco come Segretario Provinciale Dem, nel disegno politico di Fardelli, potrebbe essere la tessera centrale di un nuovo Pd.

.