Catalent raddoppia: infiala anche il vaccino Johnson & Johnson

Lo stabilimento Catalent di Anagni confezionerà anche i vaccini della Johnson&Johnson. L'accordo prevede anche una nuova linea di produzione veloce

Catalent raddoppia. Oltre al vaccino Astrazeneca ora nello stabilimento di Anagni verranno confezionate anche le dosi del vaccino Johnson&Johnson. L’accordo con la multinazionale statunitense è stato reso noto in giornata. (Leggi qui AstraZeneca parte con la produzione del vaccino anti Covid: lo infiala Catalent).

Il comunicato ufficiale parla di una partnership ampliata con Janssen Pharmaceutica NV e Janssen Pharmaceuticals, Inc.: sono due delle compagnie della galassia Johnson & Johnson. Nello stabilimento di Anagni, Catalent si occuperà del riempimento, dell’ispezione, dell’etichettatura e del confezionamento delle fiale del nuovo vaccino che sta per arrivare in commercio.

Una nuova linea

Uno dei reparti dello stabilimento chimico farmaceutico Catalent di Anagni

L’accordo prevede la realizzazione di una nuova linea di lavorazione. In un primo momento le due aziende avevano concordato di dedicare a J&J una linea di riempimento fiale già esistente presso lo stabilimento di Anagni. Ora il nuovo accordo prevede che Catalent accelererà su un’ulteriore linea di riempimento ad alta velocità. Dovrebbe essere operativa nel quarto trimestre del 2021 e servirà a supportare la produzione del vaccino Janssen fino alla fine del 2022.

Siamo lieti di espandere la nostra partnership con Janssen per supportare la domanda del suo vaccino Covid-19 in Europa” ha affermato Mario Gargiulo, presidente, Catalent Biologics, Europa. “La nostra rete globale di strutture biologiche all’avanguardia, combinata con la nostra profonda esperienza nella produzione e nel lancio commerciale, è adatta per aiutare a fornire una soluzione a questa crisi di salute pubblica“.

Catalent centrale

FOTO: SAVERIO DE GIGLIO / IMAGOECONOMICA

Lo stabilimento di infialamento ad Anagni è stato comprato di recente dalla Catalent Inc che lo ha rilevato dal gruppo Bristol Myers Squibb. Una struttura di 28mila metri quadrati, specializzata nel confezionamento di farmaci, in trasferimenti tecnici e lancio di prodotti commerciali. Tratta il riempimento di liquidi asettici per prodotti biologici e sterili su più dimensioni di fiale.

Sotto il profilo commerciale sarà l’affiliata di Catalent in Svizzera a fungere da mandante per questo contratto. Invece Anagni si occuperà dei servizi di produzione e confezionamento.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright