Ceccano o Frosinone: qual è il centrodestra vero?

Fratelli d’Italia ha lanciato l’opa sulla coalizione in Ciociaria e lo ha fatto attraverso la conferma di Roberto Caligiore a Ceccano. La rivalità tra Massimo Ruspandini e Nicola Ottaviani è destinata ad esplodere. Mentre a Ceccano il sindaco dovrà dimostrare di aver vinto lui e non il senatore.

In provincia di Frosinone Fratelli d’Italia è già il Partito di riferimento del centrodestra. C’è un fatto che lo evidenzia da tempo: la situazione alla Provincia. Qualche anno fa era Forza Italia di Mario Abbruzzese a fare parte della maggioranza a sostegno di Antonio Pompeo. Con i consiglieri Gianluca Quadrini e Danilo Magliocchetti. Il senatore Massimo Ruspandini di Ceccano è stato più scaltro: nessuna intesa ufficiale o ufficiosa, ma la delega a Daniele Maura di presiedere i lavori dell’aula consiliare.

Il grimaldello Maura

Daniele Maura

Una carica istituzionale attraverso la quale attivare e coltivare un dialogo sistematico.

Forza Italia e Lega hanno più volte posto il problema, anche attraverso il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani. Ma Fratelli d’Italia ha fatto finta di non vedere e di non sentire.

Adesso si tratterà di capire cosa succederà in futuro. Nella recente campagna elettorale di Ceccano il senatore Massimo Ruspandini (Fratelli d’Italia) non ha risparmiato stoccate benevole (dice lui). Stoccate al sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, dirigente di primo livello della Lega.

Soltanto per quale modello di centrodestra sia nato prima e funzioni meglio (Ceccano o Frosinone)? Oppure perché tra Ruspandini e Ottaviani si aprirà prima o poi la partita della candidatura eleggibile nel futuro collegio della Ciociaria? Intanto il fronte è aperto.

Ceccano, Giunta e altre ambizioni

Roberto Caligiore

Inoltre Roberto Caligiore potrebbe tranquillamente avanzare il suo nome per la presidenza della Provincia. Una prospettiva che piace molto a Ruspandini. Meno alla Lega e ancora meno al sindaco Ottaviani.

Certamente però se Caligiore vorrà davvero provare a succedere a Pompeo avrà bisogno dei voti ponderati di tutti gli amministratori del centrodestra. Anche quelli di Forza Italia e della Lega.

In altre parole bisognerà vedere quanta autonomia e indipendenza dimostrerà a Ceccano. Intanto dal primo atto, il varo della giunta. Non sono passate due settimane dalla vittoria, ma più di una. Questo però non significa nulla. Presentare immediatamente l’esecutivo sarebbe stato un atto di forza politica e di idee chiare. (Leggi qui La lezione delle Comunali / Ceccano).

Naturalmente c’è ancora tempo, ma certi buongiorno si vedono dal mattino. Per capire chi ha davvero vinto a Ceccano tra Massimo Ruspandini e Roberto Caligiore.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright