Pd contro Fratelli d’Italia: il nuovo scontro politico

A Ceccano va in scena lo scontro Pd-FdI. La vicenda della discarica di via Anime Sante è un pretesto. Nel mirino ci sono Provincia e Regione

Il casus belli è scoppiato a Ceccano e sicuramente non per caso. Nel Lazio, e in provincia di Frosinone in particolare, lo scontro politico dei prossimi anni sarà caratterizzato dalla sfida tra Partito Democratico e Fratelli d’Italia.

Tutto nasce da un post su Facebook pubblicato dall’assessore Riccardo Del Brocco pochi minuti dopo avere ricevuto dal sindaco Roberto Caligiore la delega di responsabile delle politiche per l’Ambiente.

Il manifesto diffuso da Del Brocco

Nel post, accompagnato da una ‘foto manifesto’, Del Brocco accusa la Regione Lazio di avere chiesto al Governo l’esclusione della discarica in via Anime Sante a Ceccano dall’elenco dei siti destinati a bonifica. E commenta: “Vergogna! Difenderò Ceccano in ogni sede e con ogni mezzo insieme al senatore Massimo Ruspandini e al sindaco Caligiore». Di più ancora: “Ha tutta l’aria di una ritorsione politica del Pd verso la quale saremo pronti a difendere Ceccano in ogni sede e con ogni mezzo”.

La toppa all’errore del Comune

Mauro Buschini e Sara Battisti, presidente del Consiglio Regionale e Consigliere regionale (entrambi del Pd), non ci stanno. Affidano la replica ad una nota. Dicendo: «Vogliamo innanzitutto tranquillizzare i cittadini. allarmati dall’Amministrazione comunale di Ceccanola discarica di via Anime Sante sarà bonificata con fondi regionali. Così come la Regione si sta occupando di altri siti simili, ovvero discariche di rifiuti urbani, nei Comuni del Lazio interessati».

Mauro Buschini e Sara Battisti

Fin qui l’aspetto amministrativo. Poi quello politico. «Perché queste bonifiche già iniziate altrove non hanno interessato ancora il Comune di Ceccano? Perché l’Amministrazione non ha presentato alcun progetto e non ha svolto nessuna attività. E, inoltre, il Comune Ceccano ha erroneamente segnalato tra i siti da bonificare con i fondi della Valle del Sacco, la discarica di via Anime Sante. Discarica che è fuori dal perimetro Sin, perimetro avallato anche dalla stessa amministrazione. Non si può decidere un perimetro che esclude alcune zone e poi mettere dentro siti che non fanno parte del medesimo. La Regione metterà una toppa a questo errore del Comune. E bonificherà il sito con fondi propri». 

Aggiungendo: «La direzione regionale ha avviato le attività sul sito della ex Annunziata. Chiedendo ogni informazione utile al Comune e per il prossimo 20 ottobre è stata convocata l’amministrazione. Informiamo Del Brocco, Caligiore e Ruspandini che la campagna elettorale è finita. Ed è giunto il momento di lavorare per il bene della città. La Regione è pronta per intero a fare la propria parte».

Il campo di battaglia: l’ambiente

Riccardo Del Brocco

Massimo Ruspandini è il senatore e il leader di Fratelli d’Italia in Ciociaria. Roberto Caligiore il sindaco appena confermato alla guida di Ceccano, con l’ambizione di diventare il prossimo preidente della Provincia dopo Antonio Pompeo. Riccardo Del Brocco l’assessore all’Ambiente. Mauro Buschini e Sara Battisti sanno che alle comunali di Ceccano il Pd ha toccato il punto più basso. Neppure un consigliere comunale, neppure il simbolo sulla scheda. (Leggi qui La lezione delle Comunali / Ceccano).

Si riparte da lì. Ma anche in prospettiva. Alle prossime politiche Sara Battisti o Mauro Buschini potrebbero “incrociare” proprio Massimo Ruspandini. C’è poi la partita della presidenza della Provincia, carica alla quale potrebbe candidarsi Roberto Caligiore. Mentre i Democrat potrebbero puntare su Massimiliano Quadrini (sindaco di Isola Liri) o su Enzo Salera (sindaco di Cassino).

Ma soprattutto la battaglia politica dei prossimi anni si giocherà sull’Ambiente. E in particolare sulla bonifica della Valle del Sacco.

Lo scontro è iniziato.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright