Zar Nicola veste i panni di Babbo e porta il regalo al giovane Sam

La cena di Natale organizzata dal sindaco Nicola Ottaviani. Spartana, con il principio di Solidiamo: metà porzione. La camicia di Magliocchetti. Ed il regalone per Battaglini

Zar Nicola Ottaviani non usa gli aperitivi: roba da milanesi e da cassinati (leggi qui L’aperitivo della Vigilia con Babbo Abbruzzese (di M. Molisani). A Frosinone siamo tutti per la sana tradizione. Quindi? Gli auguri si fanno in Trattoria.

 

LA CENA DELLO ZAR

Nicola Ottaviani, sindaco di tutta Frosinone, ha riunito i suoi per gli auguri di Natale, attovagliandoli al ristorante La Trattoria. 

In tutto 23 coperti: quasi il doppio degli Apostoli. Nulla a che vedere con la cena da moltiplicazione dei pani e dei pesci organizzata invece a Cassino da Mario Abbruzzese (Tajani e Giro annunciano: «Abbruzzese in Parlamento» e in sala è il caos)

Al centro della tavola siede il Padre di questa amministrazione comunale e della precedente. Non di quella futura: in un lato della tovaglia, un commensale sussurra: “Se potesse ci darebbe fuoco al Comune quando se ne andrà via, per non lasciarlo a nessuno“.

Alla sinistra del Padre siede il consigliere comuprovinciale Danilo Magliocchetti, con la camicia stirata di fresco dalla sua signora (prima o poi uscirà con la moglie ed il ferro da stiro ancora attaccati alla camicia). Alla destra del Padre siede il presidente del Consiglio Comunale Adriano Piacentini.

Per evitare critiche sulla generosità delle porzioni, zar Nicola decide per la cena a buffet: ognuno si alza e si prende quello che gli pare. Si può scegliere tra prosciutto, tortino di verdure, peperoni, olive nere e verdi, cuoppi di fritti… Roba che nel momento in cui ne viene informato il capogruppo di Forza Italia Gianluca Quadrini commenta via messaggio “Che cu** non essermi candidato a Frosinone“.

Forse sarà stata organizzata con il principio di Solidiamo: solo metà porzione.

 

IL MENU POLITICO

Tratto dai colloqui a tavola.

Le elezioni? Lasciamoli fare, poi si accorgeranno chi siamo. E soprattutto quanti siamo.

Ma un candidato lo abbiamo? Tranne Mario nessuno ha la certezza di essere candidato, quantomeno in posizione eleggibile.

E alle Regionali? O Antonio (Tajani) ha il candidato oppure c’è qualcosa che non si comprende.

Perché sta facendo così (leggi qui Regionali, Gasparri incontra Tajani: e fa un passo di lato)? È chiaro: perché Gasparri non è della sua Componente.

 

IL REGALO A SAMUEL

Zar Nicola passa ai regali. Complice l’articolo di AlessioPorcu.it (leggi qui il passaggio sulla stizza di Samuel Tajani e Giro annunciano: «Abbruzzese in Parlamento» e in sala è il caos) il sindaco di tutta Frosinone ha chiamato alla sua tavola anche Samuel Battaglini.

Il giovane Battaglini la settimana scorsa aveva rifiutato di stringere la mano allo zar. C’era rimasto male. Mai assessore nel capoluogo, mai deputato, mai niente… Sempre più convinto che l’amministrazione comunale di Frosinone l’abbia fatta eleggere lui con la sua lista. E che Nicola si sia limitato a capitanare le truppe. Il fatto che 98% della lista costituita da Sam sia passata con la Lega? Nella sua mente è il risultato della delusione. Un affronto per lui che si era immolato, lanciandosi come Mongiano a teatro: tenendo un intero comizio on line fino alla fine, nonostante il contatore delle presenze fosse desolatamente fermo sullo zero (leggi qui Battaglini come l’attore Mongiano: nessuno a seguire il suo comizio)

Ma è Natale. E siamo tutti più buoni.

Così, zar Nicola invita il giovane Battaglini a mandargli il curriculum vitae. Magari lo stesso che era sul tavolo del presidente Silvio Berlusconi quando cercava volti nuovi da consegnare alle prossime elezioni (leggi qui La cartellina di Silvio a Villa Gernetto ed i nomi ciociari). E fu anche molto apprezzato dal Cav (sempre a dire di Battaglini).

Fatto sta che se a Montecitorio per ora di spalancare le porte a Battaglini non se ne parla e nemmeno al comune capoluogo, almeno arriva una proposta seria, una di quelle che non si può rifiutare: un posto nello staff di zar Nicola sindaco di tutta Frosinone.

Trattamento economico: part time, 9 ore settimanali, 400 euro mensili.

Buon Natale.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright