Centrodestra addio, La Rocca se ne va con i Fratelli

Niente centrodestra unito anche a Minturno. Così come a Formia, Terracina e Fondi. FdI fa incetta e accoglie mister preferenze La Rocca. A Del Balzo l'operazione non piace e dice 'fine delle trattative'. Calandrini lascia aperta la porta

Né a Formia e nemmeno a Minturno. Esattamente come già accaduto a Terracina e Fondi lo scorso autunno. Il centrodestra si presenterà diviso alle urne delle prossime comunali. Se a Formia è stata la Lega a scegliere una strada autonoma dal resto della coalizione, a Minturno è Fratelli d’Italia a tracciare una rotta che non prevede accordi con Forza Italia e Carroccio. Anzi, cerca di sfilargli gli uomini migliori.

La Rocca va con i Fratelli

Un altro colpo messo a segno è quello annunciato l’altra sera durante il coordinamento provinciale del Partito. Entra in FdI l’ex assessore all’Urbanistica e attuale consigliere comunale di minoranza Fausto La Rocca. È il ‘mister preferenze‘ di Minturno. In città e nelle frazioni conosce tutti, ad ogni appuntamento elettorale raccoglie tanti voti quante sono le spighe di grano che a luglio vengono offerte in segno di devozione alla Madonna in occasione della sagra delle Regne.

Fausto La Rocca (Consigliere comunale a Minturno)

L’accordo era nell’aria da giorni. Ma ha ugualmente fatto indispettire non poco il dominus locale della Lega (ed ex consigliere regionale di Forza Italia) Romolo Del Balzo. L’ha considerato una “sfids muscolare” di Fdi nei confronti dell’alleato leghista, quasi una provocazione preelettorale. Messa a segno nella fase in cui i potenziali candidati a sindaco delle due parti Pino D’Amici e Massimo Moni, avevano avuto diversi incontri informali per tentare trovare una sintesi.

Per Del Balzo ora “sarà complicato che Fdi e la Lega vadano insieme. Non sono state trovate le necessarie convergenze per addivenire ad una candidatura a sindaco unica

Il braccio di ferro

In realtà, sarà complicato che la Lega possa esprimere il suo candidato sindaco all’interno di un’alleanza con Fratelli d’Italia. È proprio a questo che mira il coordinatore comunale FdI Vincenzo Fedele: la sua campagna di adesioni lanciata nelle ultime settimane punta a mettere la Lega in una posizione di inferiorità numerica. Tale da dover ritirare le sue pretese sulla candidatura a sindaco. E lasciare spazio all’uomo indicato dai Fratelli: l’avvocato Pino D’Amici

Un’ipotesi di subaternità che alla Lega non va bene. Per Romolo Del Balzo l’alleanza si poteva fare se fosse stato il Carroccio ad esprimere il candidato sindaco e FdI ad aggregarsi.

Il nostro candidato a sindaco era e resta Massimo Moni – ha osservato Del Balzo – a prescindere di questo o quell’arrivato.

La Rocca mediatore

Nicola Calandrini

Il Carroccio va avanti ora per la sua strada. Inutili le concilianti ed ecumeniche dichiarazioni del coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, il senatore Nicola Calandrini. Le sue file si stanno ampliando sempre di più. A Priverno hanno aderito Guglielmo Macali e parte del direttivo ex Lega, a Minturno con Fausto La Rocca sono entrati anche altri consiglieri. Dalla sua posizione di forza dice che l’unità del centrodestra è “un valore irrinunciabile, certi che troveremo un’intesa con gli alleati di Lega e Forza Italia affinché si possa andare insieme, non solo a Latina…

È Calandrini a rivelare un passaggio chiave su quanto accaduto a Minturno. “Proprio il consigliere La Rocca per giorni ha provato a costruire la strada per una difficile ma non impossibile reunion con la Lega. Ha lanciato segnali inequivocabili. Rimasti senza risposta. Ha atteso qualche settimana dopodiché ha deciso di rompere gli indugi e diventare l’apripista per la candidatura a sindaco di D’Amici”.

Anche Forza Italia per conto suo

MASSIMO SIGNORE

La contrapposizione tra Fdi e Lega divide il centrodestra e questo potrebbe essere un punto a favore per il sindaco uscente Gerardo Stefanelli (Italia Viva). (Leggi qui Il Pd supera gli imbarazzi e dice si ad uno Stefanelli bis).

Ha incassato (tra qualche mal di pancia interno del Pd) anche il sostegno di Forza Italia che dalle parti di piazza Portanova si presenterà con una lista civica dell’avvocato Massimo Signore, Moderati per Minturno.(leggi qui Asse Stefanelli-Signore, ma ora Del Balzo ha un alleato… Fedele)

È ancora tutto molto magmatico – ha commentato il penalista di piazza Rotelli – Si vota agli inizi dell’ottobre. C’è ancora tempo per decidere”.

Una bugia molto democrisiana   

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright