Centrodestra, il patto Piacentini-Magliocchetti

Comune di Frosinone, Lungo confronto fra i due esponenti di Lega e Forza Italia su tutti i temi caldi. Dal programma alle primarie: i punti fermi stabiliti

Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

Si sono incontrati occasionalmente, ma poi hanno parlato per molto tempo. È successo venerdì pomeriggio a De Matthaeis. Parliamo del presidente del Consiglio Comunale e dirigente di Forza Italia Adriano Piacentini e del capogruppo della Lega Danilo Magliocchetti. Entrambi nell’elenco dei “papabili” per la candidatura a sindaco del dopo Nicola Ottaviani

Piacentini e Magliocchetti hanno convenuto sulla necessità di blindare gli ultimi ventuno mesi del mandato del sindaco, portando avanti un programma che, a detta di entrambi, ha già rivoluzionato il capoluogo. Inoltre, per il presidente del Consiglio Comunale e per il capogruppo del Carroccio è fondamentale che non cambi lo schema alla base della doppia vittoria di Nicola Ottaviani, vale a dire quello di una coalizione formata da partiti e liste civiche.

Per quanto riguarda le primarie come metodo per la scelta del candidato, il discorso è sempre lo stesso: rappresentano un’opzione (l’unica per Ottaviani), ma in ogni caso si avverte la necessità di una “scrematura” iniziale. Perché certamente i candidati non possono superare quota 3 o 4. 

Il fattore tempo

Adriano Piacentini

Il punto politico però ha altresì un aspetto di natura temporale. Piacentini e Magliocchetti hanno convenuto sull’opportunità di convocare presto un tavolo di confronto del centrodestra. Anche per evitare che possibili tentennamenti o divisioni possano aprire un varco che consenta alle segreterie regionali dei partiti di “avocare” la decisione sulla candidatura a sindaco del capoluogo. Un’ipotesi che indubbiamente può starci. (Leggi qui Grandi manovre per le Comunali di Frosinone).

Un tavolo importante altresì per capire sin da subito chi farà parte della coalizione di centrodestra fra ventuno mesi. 

Per quel che riguarda i gruppi consiliari, ci sono delle grandi manovre in atto. Una delle quali potrebbe essere quella di un pato federativo tra Fratelli d’Italia e Lista per Frosinone. 

Piacentini, coesione e collegialità

Danilo Magliocchetti

Comunque Adriano Piacentini e Danilo Magliocchetti hanno convenuto altresì sul fatto che le parole d’ordine dovranno essere coesione e collegialità. Continuando a puntare anche sul voto trasversale.

Il ragionamento è così sintetizzabile: il centrosinistra, attraverso il leader del Pd Francesco De Angelis, ha esplicitamente detto che cercherà di “staccare” dal centrodestra liste civiche e singoli. Sia Danilo Magliocchetti che Adriano Piacentini hanno detto: «Siamo capaci anche noi di essere “attrattivi” nei confronti di chi sul piano politico è schierato altrove. Lo abbiamo dimostrato proprio con le due vittorie consecutive di Nicola Ottaviani». 

Infine, la questione dei “civici”. Per Piacentini e Magliocchetti è fondamentale distinguere tra le liste civiche che sono e saranno tali fino in fondo e invece quegli esponenti che in realtà fanno riferimento a Partiti politici anche se in questo momento sono ascrivibili a liste civiche. Una distinzione è ritenuta importante, specialmente nella prospettiva della candidatura a sindaco. Perché è prioritario liberare il campo da possibili “equivoci”. Sarà una partita delicatissima. 

*

Leggi tutto su

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright