Centrodestra, la resa dei conti per le candidature

Fratelli d’Italia di Massimo Ruspandini non si fida della Lega di Claudio Durigon e Nicola Ottaviani. Il sindaco di Frosinone vuole mettere all’angolo il partito di Giorgia Meloni. Forza Italia potrebbe fare da ago della bilancia ma al proprio interno ha delle mine vaganti. E la frattura si allarga.

L’analisi di Riccardo Del Brocco, appena rientrato in Fratelli d’Italia, “storicizza” la rottura, finora insanabile, avvenuta nel centrodestra in Ciociaria. Vale a dire il fuoco incrociato dei franchi tiratori che hanno fatto a pezzi la candidatura del sindaco di Pofi Tommaso Ciccone, alla presidenza della Provincia. (Leggi qui Ecco i nomi dei traditori che hanno costretto FdI e Pd a convivere).

Vero che da quel momento sono cambiati, e di molto, Partiti e schieramenti. Ma l’idea di coalizione è franata lì. Oggi la situazione si è evoluta da un punto di vista temporale, ma restano molti fatti.

Diffidenze incrociate

Massimo Ruspandini, Claudio Fazzone, Nicola Ottaviani

Fratelli d’Italia del senatore Massimo Ruspandini non si fida della Lega. Non è un problema se al coordinamento regionale c’è Francesco Zicchieri piuttosto che Claudio Durigon, e se a livello provinciale guida Nicola Ottaviani piuttosto che Francesca Gerardi. Fratelli d’Italia si sente il Partito guida della coalizione, perché con un maggiore radicamento sul territorio e con un’impronta di destra sociale che viene dall’Msi prima e da An dopo. Per questo Massimo Ruspandini dice che a Sora, a Frosinone, dappertutto il Partito di Giorgia Meloni dirà la  sua. Ma c’è anche un altro motivo, che Riccardo Del Brocco fa capire nel suo intervento. E cioè che nella Lega ci sono il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli e Mario Abbruzzese, ex di Forza Italia nel momento della frattura insanabile negli “azzurri”. La ruggine ha una coltre molto spessa.

La Lega a sua volta non si fida di Fratelli d’Italia. Soprattutto non si fida Nicola Ottaviani, attuale coordinatore provinciale. Il quale vuole far saltare da sempre l’asse alla Provincia tra Fratelli d’Italia e Antonio Pompeo. Ma Ottaviani sta agendo per sbarrare la strada al Partito della Meloni sia a Sora che a Frosinone. La resa dei conti è soltanto rimandata.

Centrodestra alla finestra

Gioacchino Ferdinandi e Gianluca Quadrini

Forza Italia sta alla finestra. Il senatore e coordinatore regionale Claudio Fazzone osserva la situazione e sul territorio ha esponenti come Adriano Piacentini, Daniele Natalia e Rossella Chiusaroli.

Forza Italia è l’outsider e può fare la differenza ovunque nella contrapposizione tra Lega e Fratelli d’Italia. Ma negli “azzurri” ci sono pure Gianluca Quadrini, Gioacchino Ferdinandi e Anselmo Rotondo. Tre mine vaganti. Per tutti. Non solo per il centrodestra.

Ma anche, anzi soprattutto per Forza Italia.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright