Chiara Colosimo per la Regione, sorpassato Durigon

Clamorosa indiscrezione di Italia Oggi per le elezioni del Lazio. La fedelissima della Meloni sorpassa l’uomo di fiducia di Salvini. Ma il presupposto è che Zingaretti entri nel Governo. Ma in questo modo sarebbe complicato anche per Ottaviani trovare spazi eleggibili alla Camera.

Lo scenario che non ti aspetti lo ha anticipato Italia Oggi. Riferendo un’indiscrezione su un sondaggio riservatissimo arrivato sul tavolo dei leader del centrodestra. Secondo cui Giulia Bongiorno avrebbe ottime possibilità di diventare sindaco di Roma se gli avversari principali dovessero essere Carlo Calenda per il centrosinistra e Virginia Raggi per il M5S. Il giornale si è però soffermato anche sulla Regione Lazio. Partendo da un presupposto che però finora è stato costantemente smentito. Vale a dire che Nicola Zingaretti possa decidere di lasciare anticipatamente come presidente per entrare nel Governo. Il nome del candidato presidente del centrodestra potrebbe essere quello di Chiara Colosimo .

Scenario appeso a Zingaretti

Claudio Durigon. Foto © Carlo Lannutti / Imagoeconomica

Sarebbe in vantaggio pure il leghista  Claudio Durigon. Chiara Colosimo, 35 anni, è al secondo mandato da consigliere regionale. E’ figlia di un radiologo del Gemelli di fama mondiale e di una microbiologa dalla quale ha ereditato la passione per la Sanità. Elementi non proprio trascurabili di questi tempi. Resta però il nodo sulle scelte di Nicola Zingaretti. Il presidente della Regione Lazio ha costantemente ripetuto di non voler entrare nel Governo e che quindi completerà il mandato fino al 2023. (Leggi qui La lunga marcia di Nicola: «Governatore fino al 2023»)

Ma ormai la pandemia ha letteralmente stravolto ogni tipo di previsione e nulla può essere veramente escluso. Specialmente con le elezioni comunali di Roma alle porte. Nel centrodestra, però, molto si sta muovendo. Intanto se davvero la Lega dovesse indicare il candidato sindaco di Roma (Giulia Bongiorno), le altre “caselle” sarebbero appannaggio di Fratelli d’Italia. Con Giorgia Meloni che potrebbe puntare su una donna per la presidenza del Lazio, dando un segnale di forte discontinuità. C’è solo il precedente di Renata Polverini.

Sorelle d’Italia e Nicola out

Nicola Ottaviani e Francesco Zicchieri

Certamente la Lega e Claudio Durigon si troverebbero nella condizione di dover aggiornare e cambiare le strategie. Se Durigon non dovesse concorrere per la presidenza della Regione, è chiaro che cercherebbe il bis come parlamentare.

Si va verso il collegio unico tra Frosinone e Latina. Francesco Zicchieri e Claudio Durigon sono fedelissimi di Matteo Salvini. Sarebbero sicuramente ricandidati. E questo significa che sarebbe difficile anche per uno come Nicola Ottaviani, neo segretario provinciale del Carroccio, trovare posizioni eleggibili.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright