Le stoccate di Chiusaroli: «Non basta dare la colpa agli altri: iniziamo a fare noi»

Una stoccata all'amministrazione di centrosinistra che l'ha preceduta. Ma anche una al suo sindaco D'Alessandro ed una al suo Partito, Forza Italia. Messaggi che partono da Rossella Chiusaroli consigliere provinciale di Frosinone e capogruppo comunale di Forza Italia a Cassino

Una stoccata agli avversari. Ma anche una al suo sindaco ed una al suo Partito.  Non rientra nei ranghi Rossella Chiusaroli, consigliere provinciale di Frosinone e capogruppo comunale di Forza Italia a Cassino.

Al consiglio comunale di venerdì scorso non ha votato il Bilancio. E nelle ore scorse ha mandato un ulteriore segnale. Al sindaco Carlo Maria D’Alessandro: «Non basta, per saper amministrare, addossare le colpe a chi ci ha preceduto».  Ma anche a Forza Italia «ora c’è bisogno di una svolta. Dobbiamo essere bravi a metterci di impegno per trovare delle soluzioni».

 

 

ALBERTO SIMONE
per CIOCIARIA OGGI

 

«Chiusaroli?». Il segretario comunale venerdì sera, anche lui incredulo, ha nominato per ben tre volte il nome del capogruppo di Forza Italia al momento di votare la variazione di bilancio in Consiglio. Ma invano.

La pasionaria azzurra aveva abbandonato il suo scranno al fianco di Calvani: ufficialmente per un malore. Ufficiosamente per non prendersi responsabilità sulla delicata votazione e per mandare un segnale politico ai piani alti del partito.

Tre giorni, e la maretta è diventata tempesta. Anche perché la seduta è stata abbandonata anche da Gianluca Tartaglia, che si va ritagliando sempre più uno spazio da indipendente e che si pone con spirito critico sia nei confronti del Partito che dell’amministrazione.

Il fuoco incrociato degli altri consiglieri azzurri sembrava spianato. Ma lei, la pasionaria azzurra, ha anticipato ogni mossa e ieri ha diramato un comunicato stampa dove, al netto delle bastonate riservate ai petrarconiani sul bilancio e sul finto risanamento, ha tuonato: «Ora però occorre cambiare passo e cominciare a lavorare per riuscire a mettere in pratica il nostro programma elettorale. Nei limiti del possibile visto e considerate le condizioni dell’ente. Ci sono progetti da portare avanti e che possono permettere l’attivazione di nuovi processi di crescita e sviluppo per Cassino.

Non basta, per saper amministrare, addossare le colpe a chi ci ha preceduto, è palese però che le colpe dell’amministrazione Petrarcone sono evidenti. Abbiamo perso cinque anni si, ma ora c’è bisogno di una svolta. Dobbiamo essere bravi a metterci di impegno per trovare delle soluzioni economiche per riuscire ad attuare il nostro programma elettorale. Forza Italia è unita, è coesa e vuole guidare questo cambio di marcia dell’amministrazione D’Alessandro. Abbiamo un ruolo fondamentale nella gestione politico amministrativa. Si deve lavorare e crescere e come primo movimento politico di questa amministrazione ed è evidente – conclude – che noi dobbiamo svolgere un ruolo importante per stimolare i processi»

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright