Ciacciarelli e Raggi litigano sul trofeo di golf

La sindaca esulta per l'assegnazione a Roma della Ryder Cup di Golf. Ma dalla Regione Ciacciarelli la gela: "Assegnata nel 2015 e ci stiamo lavorando già da 3 anni”

E Virginia volò sul nido di Pasquale. Anzi sulla buca. Da golf. Quella della Ryder Cup, la storica sfida che dal 1927 mette di fronte una selezione dei migliori giocatori statunitensi contro una composta da golfisti europei. Vecchio e nuovo continente si affronteranno nel 2023 e lo faranno a Roma. La sindaca Virginia Raggi ne dà orgogliosa l’annuncio. Arrivando con soli sei anni di ritardo.Noi della regione Lazio ci stiamo già lavorando da tre anni ed il diritto ad ospitare quel torneo l’abbiamo conquistato nel 2015” le rinfaccia il presidente della commissione Cultura Pasquale Ciacciarelli (Lega).

L’annuncio di Virginia

Il post trionfale della sindaca Raggi

Tutto nasce da un post sulla bacheca Facebook di Virginia Raggi. Appare di buon mattino. Annuncia, trionale, che “La Ryder Cup 2023, il grande torneo di golf, si svolgerà a Roma”. Invita a guardare il video promozionale che viene pubblicato assieme al messaggio. Il tutto per “scoprire la magia del campo nel Marco Simone Golf & Country Club, sito nel Comune di Guidonia Montecelio, che ospiterà questo grande evento. Si sfideranno 24 tra i migliori giocatori di golf al mondo. Siamo orgogliosi di ospitare questa importante manifestazione sportiva in un luogo meraviglioso: il pubblico infatti, durante lo svolgimento del gioco, potrà godere di panorami mozzafiato e di scorci meravigliosi della Città Eterna. Roma si conferma così Capitale dei grandi eventi sportivi”.

In serata il post è stato condiviso circa 400 volte e registra poco più di 535 commenti. Alcuni esprimono la loro soddisfazione, altri esaltano la capacità del buon governo a Cinque Stelle, altri non trattengono le pernacchie ed i lazzi.

Per quale motivo?

I sorrisi di Ciacciarelli

La risposta arriva da un altro post. Questa volta appare sulla bacheca del leghista Pasquale Ciacciarelli, che siede nei banchi della Pisana.

Fa sorridere il fatto che la sindaca di Roma Virginia Raggi scopra soltanto oggi che la Ryder Cup 2023, si disputera’ a Roma”. Chiarisce che la commissione Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo del Consiglio Regionale del Lazio da lui presieduta “sta lavorando dal 2018 a questo evento, purtroppo slittato di un anno a causa della pandemia”. E per dimostrare quanto sia impegnato nella questione, il Consigliere della Lega svela che la regione sta “studiando tutte le azioni da mettere in atto, opere comprese, per rendere fruibile il campo del Marco Simone Golf”.

La Ryder Cup è un evento che sposta migliaia di persone. La Regione Lazio sta lavorando su pacchetti turistici per far visitare in quei giorni “anche gli altri centri attrattivi del Lazio“.

E quelli di Zannola

La Ryder Cup del 2018 (Foto Cutkiller2018)

Più corrosivo il consigliere del Pd capitolino Giovanni Zannola. Anche lui ha letto il post con cui la sindaca rivendica il successo di ospitare a Roma il più grande torneo di Golf al mondo. Che per molti esperti è anche il più attrattivo dopo le Olimpiadi.

Il consigliere Zannola ricorda che “L’Italia si è aggiudicata questo diritto il 14 dicembre 2015, con il Governo del Partito Democratico. All’epoca Virginia Raggi sono certo non sapesse neanche cosa fosse la Ryder Cup”.

Poi la precisazione geografica. “Il torneo si svolgerà a Guidonia Montecelio, non a Roma. Quando la Sindaca scrive che il pubblico potrà godere dei panorami e degli scorci meravigliosi della citta’ eterna immagino non si riferisse al bellissimo parco regionale dell’Inviolata, ma immaginasse il campo in mezzo ai Fori Imperiali

Zannola poi sottolinea il passaggio in cui la Raggi conclude con ‘Roma si conferma cosi’ Capitale dei grandi eventi sportivi’. Chiosa il consigliere Dem: “Detto da chi non ha voluto le Olimpiadi? Sul serio?”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright