Ciak si gira l’Europeo, il regista è il sorano Giacomo Faticanti

Il centrocampista della Roma è uno pilastri della Nazionale Under 19 che si è qualificata alla semifinale e di conseguenza ai prossimi Mondiali Under 20. Il giovane play sta confermando il suo valore anche in azzurro nella squadra del ct Nunziata Gli inizi con il Frosinone, gli scudetti con i giallorossi e la vetrina del “The Guardian”: un exploit che dimostra come in provincia possano nascere e formarsi talenti malgrado le difficoltà

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Una terra di registi. A Sora nel 1901 è nato Vittorio De Sica, “principe” del neorealismo che ha firmato 32 tra le più belle pellicole del cinema italiano di cui 4 vincitrici del Premio Oscar. A distanza di oltre mezzo secolo un altro regista sorano sta realizzando un capolavoro anche se nel calcio e non nella “settima arte”. Certo la gloria di De Sica è ancora lontana ma Giacomo Faticanti è sulla buona strada.

Il play della Roma Primavera è la colonna del centrocampo della Nazionale Under 19 che si è qualificata alla semifinale dell’Europeo in Slovacchia e di conseguenza ai prossimi Mondiali Under 20. Faticanti anche in azzurro si conferma uno dei talenti più brillanti del calcio tricolore ed il suo futuro appare sempre più radioso.

L’Italbaby sogna il titolo

Giacomo Faticanti

Giacomo Faticanti, 18 anni il prossimo 31 luglio, è uno dei pilastri della squadra del ct Carmine Nunziata a punteggio pieno dopo 2 giornate e qualficata in semifinale.

Gli azzurrini hanno battuto la Romania per 2-1 nella gara d’esordio e poi hanno bissato superando i padroni di casa della Slovacchia (1-0). Il centrocampista sorano ha giocato titolare entrambe le gare con gli interisti Casadei e Fabbian mezzali (sono stati avversari di Giacomo nella finale scudetto Primavera).

Due partite che hanno ribadito le qualità del regista giallorosso: lucidità, senso tattico, doti tecniche e soprattutto personalità. Un play moderno che sa impostare il gioco ma anche difendere davanti alla difesa. E non ultime l’umiltà e la disciplina che lo hanno sempre contraddistinto. Faticanti e soci torneranno in campo venerdì per affrontare la Francia nell’ultima gara del gironcino. In palio il primo posto.

Talenti di provincia

Faticanti festeggia il titolo under 17 con la Roma

La storia di Faticanti è la dimostrazione che in provincia possono nascere talenti a dispetto delle difficoltà a livello di strutture ed investimenti nello sport. Il giovane azzurro ha addirittura iniziato a giocare in piazza Santa Restituta Sora con gli amici e due serrande a fare da porte. Giacomo è sempre rimasto molto legato alla sua città. Quando il fratello Francesco giocava nel Sora, non mancava mai in tribuna al “Tomei”.

La prima squadra è stato l’Atletico Sora al campo “Trecce” in via Colle Marchitto. Dopodiché è passato nel Frosinone fino ai Giovanissimi Fascia B Elite. Il suo talento non è sfuggito agli osservatori dei grandi club ed in particolare a Stefano Palmieri della Roma. E così nell’estate del 2018 a 14 anni è approdato alla Roma. Subito scudetto con l’Under 15 da capitano e bis con l’Under 17 nel 2021.

José Mourinho (Foto: Aleksandr Osipov / Flickr)

Nell’ultima stagione ha militato nella Primavera guidata da Alberto De Rossi, papà di Daniele, idolo di Faticanti. Per un soffio ha mancato il tris di scudetti perdendo la finale contro l’Inter il 31 maggio scorso. Protagonista anche nelle Nazionali giovanili dove ha collezionato 26 presenze ed 1 gol tra Under 15, 16 e 19.

La sua esplosione non ha lasciato indifferenti le altre società leader in Italia ed all’estero tanto che la Roma lo ha blindato già all’età di 16 con un contratto fino al 2023. Ora lo aspetta solo l’esordio in Serie A. Mourinho ed il suo staff lo stanno seguendo con grande attenzione.

L’incoronazione del “The Guardian”

Faticanti viene definito l’erede di Danele De Rossi

Che Faticanti fosse un’autentica “stellina” lo aveva certificato lo scorso ottobre l’autorevole quotidiano inglese “The Guardian”, fondato nel 1821 e ritenuto la “principale voce liberal del mondo”.

Il giornale, nato a Manchester e con sede a Londra, lo ha inserito nella tradizionale “next generation” che ogni anno elegge i migliori 60 giovani calciatori del mondo (lo scorso anno sotto la lente sono finiti i 2004). Nella lista sono solo 2 gli italiani. Oltre a Faticanti, è stato inserito il trequartista Samuele Vignato del Monza. Tra i 60 talenti anche lo spagnolo Gavi del Barcellona.

“The Guardian lo ha definito l’erede di De Rossi: “Un paragone che non lo spaventa – ha scritto il quotidiano inglese – E’ dotato di freddezza e le sue scelte i campo sono sempre intelligenti anche quando la posta in palio è alta”. Adesso l’Europeo Under 19 potrebbe consacrarlo e spianargli la strada verso il calcio dei grandi.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright