Ciociaria, dopo l’election day la resa dei conti nei Partiti

Foto © Benvegnu' Guaitoli / Imagoeconomica

La pazienza di Fantini per iniziare a mettere l’impronta sul nuovo Pd, le scelte di Claudio Fazzone in Forza Italia, la linea dei Cinque Stelle sul territorio. Nella Lega ancora una volta la prima mossa spetterà a Francesco Zicchieri.

La partita vera in Ciociaria comincerà dopo l’election day di settembre. In tutti i partiti. Con le date elettorali completamente sfalsate dal Covid, non potrebbe essere altrimenti.

Nel Partito Democratico Luca Fantini è stato eletto segretario a fine luglio. Quindi non ha potuto assolutamente fare altro che portare avanti scelte già fatte. Soprattutto sulle comunali. Fantini sta lavorando alla segreteria. Ma dopo il 20 e 21 settembre potrà iniziare a dare la sua impronta politica alle prossime amministrative. Senza considerare che nel frattempo Regionali e Politiche potrebbero diventare di attualità.

Ilaria Fontana Foto © Alessia Mastropietro / Imagoeconomica

Per quanto riguarda invece il Movimento Cinque Stelle, nulla di nuovo sotto il sole. Certo è che la svolta impressa dal voto su Rousseau dovrà essere “applicata” pure dalle nostre parti. Il che vuol dire che i parlamentari Luca Frusone, Ilaria Fontana ed Enrica Segneri un colpo lo dovranno battere.

Quanto alla Lega, Francesco Zicchieri dovrà come al solito decidere se affidarsi davvero a qualche esponente locale. E farlo per provare a radicare il Partito sul territorio oppure no. Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani e il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli dovranno essere messi nelle condizioni di sapere. Cosa? Quali effettivi spazi di manovra hanno. Altrimenti non sarà cambiato nulla per davvero.

In attesa dell’election Day

Francesco Zicchieri, Massimo Ruspandini, Claudio Fazzone

In Forza Italia la partita è apertissima. Quale assetto ha in mente il senatore e coordinatore regionale Claudio Fazzone? Questo dopo aver revocato a Gianluca Quadrini la delega di vicecoordinatore regionale. Si andrà avanti con il triumvirato formato da Adriano Piacentini, Daniele Natalia e Rossella Chiusaroli oppure verranno studiate altre opzioni? Poi bisognerà pure capire che tipo di ruolo vorrà riprendere a recitare in Ciociaria il vicepresidente nazionale del partito Antonio Tajani. (Leggi qui Piacentini vuota il sacco: “Tutta la verità su Forza Italia”).

Per quanto riguarda Fratelli d’Italia, nessun dubbio sulla leadership. E’ del senatore Massimo Ruspandini. Ma bisognerà capire quali saranno le mosse in vista delle regionali. Ad una candidatura aspirano Antonello Iannarilli, Alessia Savo e, forse, Alessandro Foglietta. Nessuno dei tre è dell’area di Ruspandini.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright