Claudia ed il buco con la menta intorno (di F. Dumano)

C'è una caramella che racconta una generazione. Era la Polo: 'il buco con la menta intorno'. In realtà era nata anni prima: per nascondere il sapore del vino bevuto in osteria. Ma non aveva il buco

Fausta Dumano
Fausta Dumano

Scrittrice e insegnante detta "Insognata"

Ricordi in bianco e nero di un’epoca che sembra archeologica. Lei  si chiama Claudia, al tempo viveva a Roma, mi sembra, poi è diventata una cittadina di Arpino. Piero l’ha immortalata in un celebre scatto con la mitica caramella Polo. Oggi le Polo sembrano sparite dalla scena, ma in quegli anni le trovavi in ogni dove: dal tabaccaio, dal barista ma anche al supermercato quasi a ridosso della cassa.

Ricordi in bianco e nero, il pacchetto era proprio scomodo, una volta aperto le caramelle ti rotolavano in tasca, nella borsa, nello zaino. Il tubetto si sfasciava regolarmente, ma noi in quegli anni eravamo “quelli della Polo‘ ‘il buco con la menta intorno.”Nasce il buco prima” è stato un tormentone accompagnato dall’immagine di un trapano nell’atto di forare… in un’altra pubblicità scomodarono persino Marco  Polo sostenendo che le avesse scoperte lui nei suoi viaggi.

Il buco con la menta intorno è stata la caramella cult della mia generazione. Succhiami e l’anello si rompe in bocca. L’evoluzione della pasticca Valda della bisnonna. Il mitico buco spiritoso e brillante per le persone che non si prendono troppo sul serio, diceva qualcuno. Di certo era la prima caramella con il buco e si giocava con essa.

Le Polo vengono da lontano: nel 1948 erano vendute nei locali per camuffare l’alito dopo aver bevuto o fumato… Solo nel 1955 il design fu con il buco, negli Anni 80 le varianti al limone e alla arancia, negli Anni 90 nascono le  Polo strong, sugar free, ma il must  resta lei ”la polo con il buco alla menta’‘.

Ricordi in bianco e nero… Negli Anni 80 la caramella con il buco intorno diventa ”la caramella con il paese intorno” uno slogan creato dagli studenti di un paese della pianura padana, San Polo. Al tempo non esistevano i social, ma lo slogan divenne presto virale. Tempi moderni: le Polo ora le vendono su Amazon e attualmente sono le caramelle più vendute nella Gran  Bretagna, oltre 20 milioni di Polo prodotte ogni giorno.

Negli Anni 70 apparvero pure le Tic Tac, per via del rumore che facevano  nella scatoletta… Il contenitore era un oggetto cult, perché si poteva riciclare. Oggi sono arrivate le caramelle senza zucchero, senza glutine, ma noi, ricordi in bianco e nero, eravamo la generazione del benessere e non lo sapevamo: non avevamo scoperto le allergie.