Guerra dentro Forza Italia per la Commissione strappata a Ciacciarelli

Spaccatura nel gruppo di Forza Italia in Regione. Confermate le anticipazioni di Alessioporcu.it.: nessuna commissione a Ciacciarelli. Si va verso la presentazione di un documento. Contro il coordinatore regionale Claudio Fazzone

È guerra aperta. Il Gruppo di Forza Italia si spacca  sulla questione delle Commissioni consiliari dalle quali mercoledì sera è stato tagliato fuori Pasquale Ciacciarelli. (leggi qui Pasqualino resta a piedi in Regione: nessuna presidenza di Commissione).

 

La riunione di oggi pomeriggio è finita con un clamoroso tutti contro tutti. Da un lato ci sono il consigliere Pino Simeone (al quale  è destinata la presidenza della strategica Commissione Sanità) ed il consigliere Giuseppe Cangemi (destinatario alla presidenza della Commissione Cultura). A dare quell’indicazione è stato il coordinatore regionale Claudio Fazzone. Ora, nessuno dei due intende arretrare nemmeno di un millimetro e lasciare spazio (e presidenza di una Commissione) a Pasquale Ciacciarelli.

 

Al punto che si sta andando verso la redazione di un documento nel quale il Gruppo si schiera contro il Coordinatore Regionale. E chiede che le due presidenze di Commissione destinate a Forza Italia vengano assegnate invece una a Pasquale Ciacciarelli ed una alla sua collega d’Aula Laura Cartaginese.

Il documento lo firmerebbero loro ed il consigliere Adriano Palozzi. Formalizzando a quel punto la guerra interna nel Partito.

 

In mattinata c’era stata una lunga telefonata di Antonio Tajani con il capogruppo di Forza Italia in regione Lazio, Antonello Aurigemma. E qualcuno sostiene anche con l’ex vice capogruppo al Senato Maurizio Gasparri. Il presidente del Parlamento Europeo ha cercato di mediare, imporre un riequilibrio delle forze presenti nel gruppo in Regione.

Il premier in pectore (di Silvio Berlusconi) ha ottenuto che ci fosse un nuovo confronto. È iniziato nel pomeriggio,  all’interno della sede del Gruppo, nel palazzo della Pisana a Roma. A confrontarsi sono stati il capogruppo Antonello Aurigemma, i consiglieri Pino SimeoneGiuseppe Cangemi, Pasquale Ciacciarelli e Laura Cartaginese.

Lo scopo era quello di rivedere l’assegnazione delle Commissioni. Lasciando a Simeone quella che ha competenza su tutte le politiche sanitarie nella Regione. E assegnando a Ciacciarelli quella sulla Cultura. Un piano che a Cangemi non è piaciuto affatto. Men che meno è piaciuto a Claudio Fazzone. Che si è messo di traverso.

 

L’incontro si è concluso con una fumata nera. E con l’ipotesi di una lettera del gruppo. Se verrà firmata sarà guerra totale.

§

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright