La bugia sui congressi Pd: a Teramo e Trapani già eletti i Segretari provinciali. Fantini?

I congressi provinciali del Pd? Sono regolarmente in corso. Gli ultimi sono stati a Trapani e l'altroieri a Teramo. Allora perché a Frosinone non viene celebrato? E non si procedere con la proclamazione di Luca Fantini? L'iniziativa di De Angelis. La sollecitazione di Battisti

Non è vero che i congressi del Partito Democratico siano congelati a causa del Covid-19. Non è quello a tenere congelata l’elezione di Luca Fantini a segretario provinciale del Pd di Frosinone. Le assemblee degli iscritti si stanno riunendo, i delegati indicati dai Circoli stanno eleggendo le loro nuove guide politiche.

Già celebrati a Teramo e Trapani

Piergiorgio Possenti, neo segretario provinciale Pd a Teramo

L’ultimo congresso provinciale Pd in ordine di tempo è quello celebrato l’altroieri sera a Teramo. Eleggendo il Segretario provinciale senza difficoltà. Alle 21 di lunedì si è riunita in video conferenza l’Assemblea provinciale composta dai delegati eletti nei congressi di Circolo tra gennaio e febbraio e dagli invitati permanenti.  In linea c’erano 108 componenti, in rappresentanza dei 49 Circoli attivi in provincia di Teramo. Al termine del dibattito hanno proclamato Piergiorgio Possenti Segretario del Partito Democratico

Non c’è stato bisogno di votazione: il segretario provinciale di Teramo è frutto di un accordo tra le varie sensibilità del Pd; il suo nome era stato individuato già nei mesi scorsi. Solo la pandemia aveva impedito la sua elezione. Esattamente la stessa situazione di Luca Fantini.

Non è stato un caso isolato: il Pd provinciale di Trapani ha sanato le sue fratture e ritrovato l’unità con il congresso che già da due settimane ha eletto come Segretario Provinciale Domenico Venuti, sindaco della città di Salemi.

Il via libera dal Nazionale

Il responsabile nazionale Organizzazione del Pd Domenico Venuti Foto: Dante Farricella / Studioieffe

A Frosinone però nessuno parla di riunire l’Assemblea Provinciale. Nè in modalità telematica né con altri sistemi. C’è nulla ad impedirlo. Lo prevedono le nuove regole dettate dal Responsabile Organizzazione Nazionale del Pd Stefano Vaccari. Nelle settimane scorse aveva inviato una nota alle federazioni provinciali comunicando che per «quei procedimenti congressuali avviati e interrotti a causa del Coronavirus, e quelli da attivare ex novo nella Fase Due, possono essere ripresi e conclusi in modalità telematica, assicurando la massima trasparenza e partecipazione dei nostri iscritti per l’esercizio dei propri diritti».

In base a quell’indicazione il 21 giugno si riunisce il Circolo di Rosolini per eleggere il suo Segretario cittadino e poi per indicare i delegati al congresso provinciale di Siracusa.

Il Congresso è già stato celebrato in via telematica a Patti con annessi strascichi sula possibilità di accesso alla piuattaforma Zoom. Stessa situazione a Paternò. Congresso on line senza polemiche invece ad Acireale. E l’elenco potrebbe continuare.

Qualcosa si muove

Francesco De Angelis e Antonio Pompeo

L’altro giorno il leader della componente maggioritaria Pensare Democratico Francesco De Angelis ha tastato il polso al numero uno di Base Riformista Antonio Pompeo. C’è chi giura che si siano sentiti al telefono: De Angelis ha avviato un’azione di ricucitura con la quale offrire al futuro Segretario Provinciale una situazione chiara, nei giorni precedenti c’era stato un suo fondamentale intervento sul Circolo di Frosinone che tra poco dovrà decidere quale strada imboccare alle prossime elezioni Comunali.

Nel corso del colloquio con Antonio Pompeo sarebbe stata ribadita la validità dell’intesa raggiunta prima del lockdown. E cioè Presidenza del Partito a Simone Costanzo e vice segreteria provinciale all’area Pompeo. O viceversa. A Pensare Democratico i ruoli chiave del Tesoriere e del Responsabile Organizzazione.

Ora si tratta solo di decidere la data e convocare la riunione. Come hanno fatto a Teramo ed a Trapani: dove le linee internet non sono migliori di quelle che connettono oggi la provincia di Frosinone.

Sara, fare presto

Sara Battisti

Sollecita a non perdere tempo il consigliere regionale Sara Battisti. «Da “partitista” quale sono, convengo con il Segretario Nicola Zingaretti che ha voluto fortemente inviare un messaggio a tutto il nostro partito: riorganizziamoci perché la società in questo momento di crisi ha bisogno di ognuno di noi. Oggi bisogna reinventare completamente la funzione del PD, chiamato a far maturare l’idea nella società di un nuovo modello di sviluppo dell’intero territorio.

Per Sara Battisti «Il PD della Provincia di Frosinone ha un patrimonio immenso di capacità: Sindaci, amministratori, rappresentanti in enti e nei diversi livelli istituzionali, militanti e iscritti. Zingaretti ci ha ricordato che davvero non possiamo sbagliare ed occorre tra noi chiarezza.
Per questo sono convinta del fatto che abbiamo bisogno di una guida politica capace di raccogliere questa sfida
».

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright