Congresso Pd, tessere gonfiate anche a Frosinone

Francesco CURRIDORI per IL GIORNALE

Non solo Enna e Napoli. Anche nella provincia di Frosinone il tesseramento del Pd ha avuto un aumento sospetto.

In un anno si è passati da circa 5000 tesserati ad oltre 8500 e, a Cassino, gli iscitti sono saliti da 319 a 1100 tessere.

Tutti gli esponenti di spicco del frosinate sono orfiniani o renziani e hanno attivato una corsa al tesseramento negli ultimi 2-3 giorni. In Ciociaria il Pd non ha mai avuto dei risultati particolarmente brillanti anche se di recente abbiamo amministrato proprio Cassino e Frosinone. C’è una sproporzione tra il numero dei tesserati e il numero dei voti presi alle elezioni“, dice a ilGiornale.it una fonte del Pd locale.

Le tessere, in provincia di Frosinone, sono passate, per l’esattezza, dalle 5.661 del 2015 alle 8721 del 2016 ma, le anomalie maggiori si sono verificate soprattutto a Cassino e in alcuni piccoli comuni, per la maggior parte non governati dalla sinistra.

Ad Acuto, paesino con meno di 2mila anime, si è passati da 53 a 169 iscritti, a Patrica (circa 3150 abitanti) da 35 a 140 tessere, mentre a Vallecorsa (2684 residenti) c’è stato un incremento di 72 tessere (da 31 a 103).

Sorprendenti anche i dati di Alatri (da 281 a 524 iscritti), Sora (da 128 a 419), Paliano (da 205 a 307), Supino (da 61 a 114) e San Giovanni Incarico (da 20 a 125).

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright