Così Nicola Ottaviani ha ipnotizzato maggioranza e opposizioni

In consiglio comunale nessuno osa contrastare il sindaco. Domenico Fagiolo e Carlo Gagliardi (Lega) sono scesi dalle barricate, perfino Stefano Pizzutelli (Frosinone in Comune) è in pausa di riflessione. L’unico che contrasta il primo cittadino è Vincenzo Savo, ma non basta.

Il sindaco Nicola Ottaviani ha anestetizzato sia la maggioranza che le opposizioni a Frosinone. Nel consiglio comunale del capoluogo il dibattito è finito, così come sono finite le rivendicazioni di alcuni gruppi consiliari.

Nicola Ottaviani al Direttivo della Lega

Nella Lega, lo stesso partito di Ottaviani, i “ribelli” non ci sono più: Carmine Tucci si è ritirato sotto la tenda (non quella di Achille), Domenico Fagiolo ha smesso di chiedere rimpasti di giunta, Enrico Cedrone ha preferito fare il coordinatore cittadino, Carlo Gagliardi è sceso dalle barricate. Nessuno contesta più Ottaviani, forse perché tutti hanno capito che è blindato da Francesco Zicchieri e Francesca Gerardi, coordinatori regionale e provinciale del partito.

Marco Ferrara, passato alla Lista per Frosinone, presenta sempre meno interrogazioni al question time. Adriano Piacentini è nuovamente commissario di Forza Italia e rappresenta ancora di più una sponda alternativa per il leghista Ottaviani. Tutti gli altri gruppi di maggioranza non vanno oltre l’alzata di mano in Consiglio. A tempo di record e senza neppure leggere l’oggetto della delibera o della mozione.

Stefano Pizzutelli

Le opposizioni? Stefano Pizzutelli (Frosinone in Comune) sta vivendo un momento di riflessione. Neppure lui attacca più frontalmente Ottaviani. I due del Movimento Cinque Stelle non l’hanno mai fatto. Il Psi e Vittorio Vitali rispondono all’appello. Quanto al Pd, oscilla tra Angelo Pizzutelli e Norberto Venturi, tra Fabrizio Cristofari e Alessandra Sardellitti. Sulla moschea è sulle stesse posizioni del sindaco, per il resto l’opposizione non si vede. L’unico è Vincenzo Savo, ma è troppo solo.

Nicola Ottaviani è riuscito nell’impresa di anestetizzare il dibattito consiliare. E i consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione, si sono adeguati.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright