La santa alleanza Dc contro la bulimia dei Giovani Turchi di De Angelis

In apparenza è solo un comunicato stampa nel quale si parla di Sanità. Nei fatti è un’ulteriore segnale che anche in provincia di Frosinone si sta ricomponendo la santa alleanza Democristiana. E si sta organizzando contro la bulimia politica dei Giovani Turchi. Traduzione pratica: Simone Costanzo si sta riavvicinando sempre di più all’orbita post scudocrociata in cui ruotano Francesco Scalia, Marino Fardelli, Antonio Pompeo. E insieme si preparano a contrapporsi a Francesco De Angelis e Sara Battisti, consoli in Ciociaria della componente di Matteo Orfini.

I segnali sono tanti. L’ultimo è di queste ore ed è un Comunicato stampa in apparenza innocuo e di routine. E’ quello con cui il segretario provinciale del Pd di Frosinone Simone Costanzo risponde all’appello lanciato nelle ore scorse dal candidato sindaco di Frosinone Fabrizio Cristofari. (leggi qui il Passaggio del Rubicone di Cristofari). Si schiera al suo fianco e difende la sua linea sulla nomina dei primari alla Asl di Frosinone. Cosa c’è di strano? Che solo lui e Francesco Scalia hanno risposto a quell’altolà con cui il presidente dei medici avvisava il Pd ‘Se mi mettete contro i medici trovatevi un altro candidato sindaco‘. (Leggi qui l’altolà di Cristofari).

Gli indizi della ricomposizione scudocrociata però sono molti e sempre più evidenti. 1) Da alcuni giorni, sotto ai post del senatore Scalia sono tornati ad apparire i like di Costanzo. Che non venivano cliccati ormai da mesi. 2) La settimana passata c’è stato un pranzo a Cassino tra Costanzo e Marino Fardelli. 3) Qualche sera fa, nel corso della riunione della sua componente, Simone Costanzo ha accusato i Giovani Turchi (la componente che fa capo a Orfini) di «bulimia politica che sconfina nel cannibalismo». Cioè di voler mangiare tutti i posti disponibili in area elettorale tra Camera dei Deputati (tandem De Angelis – Battisti) e Regione Lazio (Buschini).

Il segretario provinciale reclama visibilità per la sua componente: che si riconosce nelle posizioni del senatore Bruno Astorre e fa riferimento al ministro Dario Franceschini.

Proprio a loro è stato segnalato il problema della bulimia dei Giovani Turchi. La risposta, per ora, è il progressivo riaggregarsi della diaspora democristiana.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright