Costanzo: il segretario sono io ed i nomi me li scelgo

Il primo segnale è quello politico: il Segretario Provinciale del PD sono io e per la segreteria mi scelgo chi mi pare. Il secondo segnale è amministrativo: per ampliare la Segreteria Provinciale, Simone Costanzo ha puntato su persone di sua fiducia ma che fossero competenti al di la di ogni dubbio.

 

I nomi li ha svelato nel pomeriggio. Sono cinque. Il primo nuovo dirigente è Marco Gallon: un architetto. Costanzo lo ha scelto perché gli vuole affidare tutto il capitolo della nuova legge regionale sulla Rigenerazione Urbana. Sarà uno dei cavalli della prossima battaglia elettorale: consente di rimettere mano alle fabbriche dismesse ma anche alle case, le opportunità ci sono. Ma Simone Costanzo ha capito finalmente che non basta fare buone leggi. Bisogna soprattutto farle capire agli elettori. Il compito dell’architetto Gallon sarà questo.

Il secondo nome è quello di Tommasina Raponi al welfare e al terzo settore. E’ una dirigente dei Servizi Sociali a Roma. E viene considerata una delle persone più esperte in materia di welfare in provincia di Frosinone. Simone Costanzo vuole da lei indicazioni concrete sulle opportunità che arrivano dal volontariato e dalla cooperazione ed in che modo tarare di conseguenza l’azione politica del Pd provinciale.

A Manuel Lecce chiede invece indicazioni a proposito del futuro del Commercio e sulle opportunità legate alle reti d’impresa.

Giuseppe Ciraudo è uno dei quadri del Cotral. Il Segretario Provinciale vuole valorizzare il lavoro portato a termine negli ultimi sei mesi da Nicola Zingaretti: il Lazio ha comprato 180 nuovi bus per il Cotral, sulla rete ferroviaria sono aumentati del 9% i posti a disposizione dei pendolari.

L’assessore comunale di Pastena Gianni Ferraccioli viene da lontano: faceva parte della prima Rete di Leoluca Orlando all’inizio degli anni Novanta. Si occuperà di piccoli comuni e dovrà fornire al Segretario le indicazioni legate al recupero dei centri storici.

Simone Costanzo poi ha deciso di assegnare una specifica delega sull’abbattimento delle barriere architettoniche. Perché in provincia di Frosinone la mobilità urbana per i portatori di handicap è ancora all’anno zero, c’è tutto da fare. Ed il Pd intende dare indicazioni precise ai suoi amministratori. A superare il Segretario su questo tema sarà Rita Giorgio, storica democratica, da sempre in prima fila su questo tema.

 

Il segnale politico è altrettanto chiaro. Con quelle nomine Simone Costanzo ha detto in sostanza ‘finché sono il segretario lo faccio a pieno titolo e mi scelgo la squadra’.

Senza arroganza politica. Infatti, nel momento di scegliere i nomi per il gruppo di lavoro che dovrà preparare la conferenza programmatica d’autunno, Costanzo ha voluto che fossero rappresentate tutte le componenti. Per questo ha nominato il vice Segretario Sara Battisti (Giovani Turchi di Orfini), il presidente provinciale Pd Domenico Alfieri (renziano di area Scalia), Alessandro Marino (Segretario provinciale dei Giovani Democratici, vicini a Orlando), i dirigenti nazionali Alessandra Maggiani (Sinistra Dem, l’area che fa riferimento a Gianni Cuperlo), Salvatore Fontana (area Emiliano). Inoltre, completano il quadro gli eletti di livello provinciale e la segreteria provinciale.

 

Le grandi manovre per la campagna d’autunno e le candidature, sono iniziate.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright