Cristofari: «Tra una settimana mi candido, chi vuole mi segua»

Rompe gli indugi. Non ci sta a rimanere sulla graticola. Si è stancato di aspettare il Pd, le sue liturgie ed i suoi tempi. Fabrizio Cristofari prende in mano la situazione ed annuncia ad Alessioporcu.it «Tra una settimana mi candido, poi chi mi ama mi segua. Chi vuole starci ci sta, vado avanti lo stesso».

Il Partito sta cercando di recuperare l’ex sindaco Michele Marini che ha posto un veto personale sulla candidatura di Cristofari. Non conviene aspettare?
Secondo me no, Michele non si schioda dalla sua posizione.

La trattativa con Michele Marini, ma anche quella per far candidare il segretario cittadino Norberto Venturi come capolista, sono fondamentali: i potenziali alleati Socialisti di Schietroma e Area Popolare di Pallone, di fronte ad un quadro unitario del Pd potrebbero scegliere di appoggiarvi.
Sapete che vi dico? Dalla prossima settimana io mi candido a sindaco: scendo in campo sul serio, inizio a fare le mie riunioni con la gente, i miei incontri, la mia campagna elettorale, a definire la lista. Io parto. E chi mi ama mi segua.

Il ‘Chi mi ama mi segua’ vale anche per il Pd?
Soprattutto per il Pd: chi vuole starci ci sta. Dal Partito Democratico mi aspetto solo chiarezza: sulla lista che vorrà mettere in campo e sugli eventuali accordi che intende prendere. E che io devo accettare.

Il Pd sta perdendo tempo? Avrebbe dovuto essere più incisivo?
Ci sono i tempi giusti: si vede che dovevano maturare con calma. Sono tranquillo: parto, chi vuole mi segua.

Anche senza Michele Marini?
Michele è una risorsa del Pd e del centrosinistra intero, di Frosinone e di tutta la provincia. Ed il Pd deve fare di tutto per riuscire a convincerlo ad essere della partita. Ma deve essere chiara una cosa: al di là dell’eventuale chiarimento con Michele io sto in campo.

E in campo devono scendere anche i big del Pd? Durante la Direzione Provinciale di venerdì c’è stato uno scambio di opinioni piuttosto acceso tra Venturi e Mazzocchi, con il primo che chiede a tutti coloro abbiano un incarico istituzionale di metterci la faccia, candidarsi e prendere voti (leggi qui)
Penso che quello della candidatura dei big Pd sia un falso problema. Nel senso che il Partito si deve impegnare a cercare di vincere le elezioni di Frosinone. Le migliori condizioni si trovano discutendo. Il Pd faccia la lista e chi si vuole candidare si candida.

Gian Franco Schietroma e Alfredo Pallone per ora non stanno con Fabrizio Cristofari. I Socialisti hanno un loro candidato, Iacovissi nei giorni scorsi ha ribadito di non avere alcuna intenzione di ritirare la propria candidatura.
A loro dico di avere il coraggio di scegliere una candidatura che sia alternativa a quella di Nicola Ottaviani. Io tra una settimana mi candido.

Mario Abbruzzese durante la scorsa puntata di A Porte Aperte su Teleuniverso ha detto che a Frosinone il Pd non sa cosa fare
Dite ad Abbruzzese che si deve preoccupare di quello che dicono di Nicola Ottaviani i cittadini di Frosinone. Venisse a farsi un giro per la città oggi, insieme a me e sentiamo la voce dei cittadini.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright