De Angelis e quel Campo Largo con il quale vincere a Frosinone

Stasera alle 18 l’appuntamento con Goffredo Bettini al Fornaci. Ma Francesco De Angelis sa che la trincea è quella delle comunali di Frosinone. E la sua ricetta è “valori antichi e compagni di viaggio nuovi”. Perché alla fine conta solo riconquistare il capoluogo.

Stasera alle 18 al Fornaci arriva Goffredo Bettini, invitato dal leader storico del Pd in Ciociaria: Francesco De Angelis. Parleranno di Campo Largo e lo faranno in un momento decisivo sia sul piano nazionale che provinciale e comunale. Il Partito Democratico di Enrico Letta è tornato primo nei sondaggi dopo aver vinto la tornata delle amministrative, conquistando i Comuni più importanti. Ora si apre la fase che porterà all’elezione del presidente della Repubblica, una partita che i Dem non intendono perdere.

Ma pure una partita che farà capire cosa intende fare Italia Viva di Matteo Renzi. Goffredo Bettini lo schema del Campo Largo lo ha in testa da sempre. Ed è quello che ha consentito il doppio successo a Nicola Zingaretti alla Regione e il trionfo di Roberto Gualtieri a Roma.

La trincea di De Angelis

FRANCESCO DE ANGELIS CON GIANFRANCO SCHIETROMA

Quanto a Francesco De Angelis, sa che in questo momento la trincea è quella di Frosinone. (leggi qui Perché De Angelis ha invitato Bettini a Frosinone).

Non è un caso che l’altro giorno sia tornato sull’appelo che aveva anciato per un centrosinistra largo e unito. E infatti ha voluto dire la sua. Spiegando: “Costruiamo tutti insieme una grande alleanza di centrosinistra. Ho già fatto questo appello a tutte le forze civiche e politiche che vi si riconoscono e oggi mi sento di ribadirlo”. (Leggi qui Il “paletto” pesante di Fantini ed il campo largo di De Angelis). 

Il suo campo largo non può non includere il Partito Socialista, come pure non può dimenticare tutte quelle forze civiche che sono parte integrante della società civile e che condividono con noi lo stesso percorso. Il problema di dialogo sta nel fatto che i Socialisti vorrebbero prima un tavolo del centrosinistra e poi l’apertura ai Civici. I Dem invece sono ancora scossi da quanto hanno vissuto a Sora: tre mesi di dialoghi con forze che alla fine nemmeno sono state in grado di raccogliere venti persone e fare una lista. Meglio i Civici allora che hanno dimostrato la loro forza. (Leggi qui (Leggi qui Comunali, il Pd rompe gli indugi: tavolo con civici, M5S e Partiti).).

Il principio al quale ora esorta De Angelis è: valori antichi e compagni di viaggio nuovi. La ricetta di De Angelis è questa. Anche perché alla fine il Campo Largo ha un senso solo se determina una vittoria.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright